Procura chiede condanna ex presidente Ars Cascio. Villetta in cambio di fondi Ue per il Golf Club Le Madonie

Sabato, 24 Settembre 2016 00:01 Scritto da  Pubblicato in Area metropolitana
Vota questo articolo
(2 Voti)
La Procura di Palermo chiede la condanna a due anni e otto mesi per l'ex presidente dell'Ars e attualmente deputato regionale Ncd, Francesco Cascio.

La richiesta dei pm è arrivata nel processo con rito abbreviato in cui Cascio è imputato per corruzione.
I fatti contestati risalgono al periodo fra il 2002 e il 2010. Secondo i pm Cascio, mentre era assessore al Turismo nel governo Cuffaro avrebbe agevolato Giuseppe e Gianluigi Lapis, titolari della Ecotecna srl che costruì il Golf Club Le Madonie (Collesano) e che ottennero un finanziamento di oltre 6 milioni.
In cambio secondo l'accusa avrebbe ricevuto "lavori e servizi" per la costruzione di una villetta nei pressi dello stesso resort.
Imputati anche due ex dirigenti regionali, Agostino Porretto e Aldo Greco, che hanno però scelto il rito ordinario.
La sentenza è attesa per il 21 ottobre.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.