Apre un Centro di prima accoglienza per minori migranti a Casteldaccia e nel paese scoppia la polemica contro l’Amministrazione comunale

Sabato, 17 Settembre 2016 14:26 Scritto da  Pubblicato in Area metropolitana
Vota questo articolo
(0 Voti)

Si sta valutando l’apertura negli ex locali del Comune di un centro d'accoglienza per minori migranti, ma l’ipotesi scatena a Casteldaccia feroci polemiche e divisioni politiche.

Il sindaco Fabio Spatafora ieri sera in un Consiglio comunale aperto ha stigmatizzato tali posizioni affermando che fare propaganda politica sulla pelle dei bambini immigrati è tutt’altro che onorevole, anche perché, ha precisato, il Comune non ha nessuna voce in capitolo sulla nascita di questa struttura, né tantomeno sulla sua ubicazione dentro o fuori il centro abitato. “Da settimane – aggiunge – assistiamo al becero tentativo di creare un clima di paura e ostilità col solo obiettivo di puntare il dito contro l’Amministrazione. A tal proposito sono state messe in giro notizie false: è stato detto che Casteldaccia presto sarà invasa da centinaia di immigrati, che tale invasione avrebbe minacciato la tranquillità dei cittadini e che la responsabilità di tutto questo sarebbe mia”.“Tutto davvero molto triste – spiega Spatafora – sia perché ad autorizzare l’ente che ha avviato l’iter per l’apertura del Centro non potrà che essere la Prefettura di Palermo e non certo il Comune; sia perché la struttura potrà accogliere qualche decina di utenti per un periodo limitato di tempo; ma soprattutto perché si sta speculando sulla vita di bambini e ragazzi non ancora maggiorenni, che hanno avuto la fortuna di scampare alla morte in mare e di raggiungere le nostre coste.“Alla luce di quanto detto – conclude il sindaco – mi auguro che il confronto politico possa sgombrarsi da simili strumentalizzazioni che inquinano il dibattito e umiliano la dignità umana”.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.