28enne perseguitava l’ex fidanzata con insulti, minacce e botte. Ma la donna trova la forza di chiamare i Carabinieri e di denunciare tutto

Domenica, 11 Settembre 2016 18:21 Scritto da  Pubblicato in Area metropolitana
Vota questo articolo
(0 Voti)

La storia andava avanti da mesi, da quando la loro relazione era finita. Prima i litigi, poi le grida, gli insulti, le minacce e, infine, le botte.

Vittime di questi scatti d’ira l’ex fidanzata. La situazione sarebbe potuta precipitare, se la donna non avesse trovato la forza di chiamare i Carabinieri e di denunciare tutto. Nelle prime ore della mattinata di ieri i militari della Stazione di Monreale hanno scritto la parola fine su quello che ormai era diventato un vero e proprio incubo per una ragazza monrealese perseguitata da quello che un tempo era stato il suo fidanzato, diventato poi uno stalker. Infatti, i militari dell’Arma di Monreale hanno dato esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare in carcere per L.G., ventottenne, palermitano, volto noto alle Forze dell’Ordine. La denuncia, unitamente alle annotazioni redatte nei diversi interventi per sedare le liti tra i due e ai referti medici recuperati, hanno consentito ai Carabinieri di richiedere ed ottenere un’ordinanza ristrettiva della libertà personale dello stalker. Pertanto, non appena rintracciato il L.G., i Carabinieri, dopo le formalità di rito lo hanno accompagnato presso la casa Circondariale “Pagliarelli”.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.