Entrano in banca per una rapina ma nella cassa ci sono solo 200 Euro e aspettano l’apertura del caveau temporizzato. Arrestati

Sabato, 13 Agosto 2016 04:15 Scritto da  Pubblicato in Area metropolitana
Vota questo articolo
(0 Voti)

Nel pomeriggio di ieri due malviventi avevano fatto irruzione nei locali generando più di qualche tensione tra i presenti, una decina circa tra impiegati e clienti.

Durante le convulse fasi della rapina, i giovani avevano ritenuto insoddisfacente il denaro disponibile, contenuto in cassa, circa 200,00 euro ed avevano, quindi, deciso di prolungare la loro permanenza in filiale ed attendere l’apertura del caveau temporizzato. Nell’attesa, M.V., 16enne e Alessio D’Agostino (nella foto), 22enne sorvegliato speciale di via Corselli non avevano esitato a razziare denaro e cellulari ai presenti, costretti a restar fermi nel giro di pochi metri e guardati a vista dal D’Agostino. Una volante del Commissariato di P.S. “Brancaccio” che, proprio nei pressi della filiale del Monte dei Paschi di Siena di via Galletti stava effettuando dei passaggi saltuari, ha colto delle stranezze sull’uscio della banca ed ha ritenuto di approfondire il controllo. Quando i poliziotti hanno fatto ingresso  hanno notato D’Agostino in sala d’attesa che ha finto di essere un cliente; ai poliziotti che, per altro, conoscevano lo spessore criminale del sorvegliato speciale, è bastato osservare lo sguardo attonito degli altri presenti per capire cosa stesse accadendo; il complice del D’Agostino, invece, è stato raggiunto ed amamnettato nell’area della cassaforte, dove si trovava insieme ad alcuni dipendenti, costretti ad attenderne l’apertura del forziere. I due sono stati tratti in arresto e denaro ed effetti personali sono stati riconsegnati ai legittimi proprietari.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.