Recuperati centinaia di reperti archeologici rubati in Sicilia. Indagine coordinata dalla procura di Termini

Venerdì, 13 Maggio 2016 08:25 Scritto da  Pubblicato in Termini Imerese
Vota questo articolo
(1 Vota)
Sono centinaia i reperti archeologici di epoca greca e romana recuperati dai carabinieri.
L'indagine che ha portato a questo importante risultato è stata coordinata dalla procura della Repubblica di Termini Imerese, guidata da Alfredo Morvillo, ed ha permesso di smantellare un'organizzazione specializzata nel traffico di reperti provenienti da scavi clandestini in vari siti siciliani. Una volta trafugati anfore e armi, crateri e monete sarebbero stati immessi sul mercato clandestino, sempre "affamato" di questo tipo di beni, lasciando per sempre l'Isola e finendo in bella mostra nel salotto di qualche ricco collezionista privato senza scrupoli. Adesso i beni recuperati saranno invece esposti nei musei siciliani.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.