Imera Sviluppo 2010 addio. Lo vogliono i M5s di Termini

Mercoledì, 11 Maggio 2016 08:43 Scritto da  Pubblicato in Termini Imerese
Vota questo articolo
(1 Vota)
Basta con Imera Sviluppo 2010, la società consortile partecipata da alcuni comuni del Comprensorio, tra cui Termini Imerese, che avrebbe dovuto produrre sviluppo economico ed idee imprenditoriali, ma finora con scarsi risultati.
A dirlo è il Movimento 5 stelle di Termini, per bocca dei suoi portavoce al consiglio comunale, Luca Salemi e Manuela Sinatra, i quali hanno presentato una proposta di delibera da discutere al prossimo consiglio comunale, perché la città ritiri la sua partecipazione alla società. "Ai Termitani vengono chiesti sacrifici, si porta al massimo la tassazione e vengono negati i servizi minimi. Ma alcuni non vengono nemmeno sfiorati dalla cosiddetta “spending review” cittadina", precisano i due portavoce. "Oltre 40 mila euro l’anno ad Imera Sviluppo a carico dei cittadini per finanziare il “giocattolo” del segretario cittadino del Partito democratico (che governa la città col Sindaco Burrafato e che aveva annunciato le dimissioni dalla carica entro il 2015)". Il riferimento è ovviamente ad Angelo Cascino, ad oggi a capo sia del Pd cittadino che di Imera Sviluppo. Da qui la proposta del M5s di Termini Imerese di chiudere con la partecipazione della città ad Imera Sviluppo, perché "se si chiedono sacrifici ai cittadini lo si faccia almeno con onestà intellettuale".

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.