Piantagione di marjiuana in casa. Arrestato insospettabile

Mercoledì, 04 Maggio 2016 15:34 Scritto da  Pubblicato in Area metropolitana
Vota questo articolo
(0 Voti)

Nel pomeriggio di ieri la Polizia di Stato ha scoperto una piantagione di marjiuana all’interno dell’abitazione di un palermitano, gestore di una “taverna” del popolare quartiere “Noce”.

 

L’attività, condotta dagli agenti della Squadra Mobile, diretta dal dott. Ruperti, ha tratto spunto dall’osservazione di soggetti conosciuti come assuntori di sostanze stupefacenti del suddetto quartiere “Noce”, sistematicamente notati, nei giorni scorsi, intrattenersi all’interno di una taverna di via Lancia Di Brolo.

I “Falchi” della Sezione Contrasto al Crimine Diffuso, hanno pertanto deciso di concentrare l’attenzione sul gestore dell’attività in questione, il trentenne palermitano Matteo Davide Battaglia.

Dall’osservazione esterna della sua abitazione, non molto distante dall'attività, gli agenti hanno notato un fortissima fonte luminosa di colore arancione trasparire chiaramente da alcune finestre.

Ritenendo che quella luce potesse essere un segnale indicativo della presenza di una serra artigianale per la coltivazione di piante di cannabis, gli agenti hanno deciso di procedere ad una perquisizione domiciliare.

All’interno dell’immobile è stata rinvenuta, una complessa ed attiva serra domestica, finalizzata alla coltivazione di 33 piante di marijuana, tutte rigorosamente interrate in vasi ed alte circa 1 mt.

Da ulteriori accertamenti effettuati in loco, anche con l’ausilio di personale tecnico Enel intervenuto, si è riscontrata inoltre la manomissione del contatore elettrico per assicurare l’alimentazione costante all’impianto della serra.

Battaglia è stato tratto in arresto in flagranza di reato e l’intera area posta sotto sequestro, comprese ovviamente le 33 piante di marijuana, in attesa degli ulteriori accertamenti di natura qualitativa e quantitativa.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.