I ragazzi della I E della Scuola Secondaria ricordano Salvatore Carnevale

Lunedì, 07 Marzo 2016 12:11 Scritto da  Pubblicato in Sciara
Vota questo articolo
(1 Vota)

Giovedi 3 marzo 2016, nell’Istituto Comprensivo di Montemaggiore Belsito Sezione di Sciara, noi alunni della Scuola Secondaria di I Grado, nell’ambito di un progetto curriculare sulla Legalità,

abbiamo avuto la possibilità, grazie alle nostre insegnanti Miriam Cerami e Simona M. Ferrante, alla Sig.ra Paola Sciarrino e all’Assessore Giuseppe Fragale, di ascoltare e fare alcune domande al sig. Salvatore Siragusa, ultimo amico in vita di Salvatore Carnevale, giovane sindacalista ucciso all’età di 31 anni, il 16 maggio 1955, perché difendeva i diritti dei lavoratori di Sciara. Il sig. Siragusa è venuto a trovarci in classe poiché, a causa del brutto tempo, non siamo potuti uscire come previsto per visitare la casa di Salvatore Carnevale, in cui egli viveva insieme alla madre, Francesca Serio. Quest'ultima fu intervistata, tra gli altri, da Carlo Levi che ideò il suo libro “Le parole sono pietra” proprio da una frase detta dalla signora durante il loro dialogo. Il Sig, Siragusa, oggi 88enne, con grande emozione ha raccontato della sua amicizia con Salvatore Carnevale, ha ripercorso con la sua memoria, a volte labile, alcuni momenti che lo hanno legato a lui, ha raccontato alcuni aspetti della vita lavorativa di oltre 60 anni fa e di una amicizia troncata a causa della brutalità di uomini malavitosi che non hanno esitato ad uccidere un uomo coraggioso, intelligente, che amava la libertà di pensiero e il rispetto della dignità umana. Questa giornata è stata per noi il momento più importante della conoscenza storica che abbiamo ricevuto in classe consapevoli dell’importanza della memoria storica che non deve perdersi mai.

I ragazzi dell'I.C. I E -Sciara

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.