Grande successo del Concerto “Gloria in Excelsis Deo” promosso dal Coro Stesicoro in collaborazione con venti associazione termitane

0
129

Grande successo del Concerto “Gloria in Excelsis Deo” che si è tenuto presso la Chiesa del SS. Salvatore di Termini Imerese, promosso dall’Associazione Culturale “Coro Stesicoro”

in collaborazione con Amnesty International, ANPI, Associazione Italiana Persone Down, Associazione Amici della Musica, ATC L’Associazione che viaggia…, Circolo Margherita, Circolo Culturale “Stesicoro”, In altri Termini, Legambiente, Lions Club Termini Imerese Host, Lions Club Termini Himera Cerere, Rotary Club Termini Imerese, Rotaract, SiciliAntica, Termini d’Amuri, Rivista Espero, Rivista Sotto il Castello. Sotto la direzione magistrale del Maestro Loredana Russo, è stata eseguita la “Messa di Gloria” per Coro, Soli e Orchestra di Giacomo Puccini, solisti Vincenzo Aglieri Rinella, tenore e Davide Sottile, basso. Nella seconda parte del concerto invece sono stati eseguiti alcuni Canti del Natale con la partecipazione del soprano Federica Neglia. Una grande partecipazione di pubblico: circa 600 persone hanno assistito entusiaste al concerto natalizio.

Come ogni anno, il Coro Stesicoro ha offerto alla Città di Termini Imerese il suo concerto di Natale, ma questa volta il progetto è stato più ambizioso, quasi una sfida: eseguire la bellissima Messa di Gloria del giovane Giacomo Puccini che così bene si adatta all’atmosfera natalizia e che il Coro ha eseguito nel mese di Ottobre del 2015 presso la co-cattedrale di La Valletta a Malta, dietro richiesta di collaborazione dell’Amadeus Choir di quel paese, alla presenza di un numerosissimo pubblico e del Presidente della Repubblica maltese. “Purtroppo tornando in Patria – dice il Direttore del Coro Loredana Russo – ci si scontra con l’esiguità degli spazi e delle risorse destinati alla cultura soprattutto in una cittadina che ormai così poco offre ai suoi abitanti e dove, sempre di più, si assiste ad un appiattimento delle proposte culturali. Non rimane che confidare sulla caparbietà e la passione di giovani e meno giovani che, nell’ambito delle realtà scolastiche e dell’associazionismo, seppure a fatica, riescono a ritagliarsi spazi di bellezza. E non ci siamo arresi: confidando sull’amicizia delle realtà associative e culturali con le quali si è instaurato negli anni un rapporto di “reciproco sostegno” abbiamo chiesto di aiutarci nell’iniziativa. Quasi al di sopra di ogni aspettativa e con sincera commozione, posso dire che il progetto, portato avanti da me Loredana Russo direttore del Coro Stesicoro, dal suo Presidente Giuseppe Intile insieme a tutti i soci, ha avuto l’incondizionato appoggio delle più significative realtà terminane che ringrazio di vero cuore. Grazie al loro apporto il Coro Stesicoro ha potuto contare sull’organico orchestrale di grande professionalità che costituisce l’Orchestra Barrueco. Mi piace ricordare che molti dei musicisti che la compongono hanno recentemente eseguito a Beirut la stessa Messa di Puccini, sfidando le grandi preoccupazioni seguite agli attentati di Parigi, e senza cedere ai ricatti del terrorismo, bensì proponendosi come ambasciatori di pace e di cultura. Solo questa testimonianza rende veramente giustizia di quanto possa fare, in un momento di oscurantismo e di malvagità, mostri generati dall’ignoranza, la possibilità di intravedere l’amore attraverso l’arte”. “Vogliamo ringraziare inoltre – afferma Giuseppe Intile, Presidente dell’Associazione Coro Stesicoro – Padre Raimondo, che ancora una volta, con entusiasmo e partecipazione, ha aperto alla cultura e alla solidarietà le porte della sua Chiesa, diventata per l’occasione un Auditorium. Grazie inoltre al concreto sostegno delle Associazioni, riusciremo a finanziare l’acquisto delle attrezzature per il laboratorio di canto e musicoterapia “Canto anch’io” portato avanti dall’Associazione Coro Stesicoro insieme all’Associazione Italiana Persone Down di Termini Imerese”.

A chiusura del concerto ed a suggello del percorso laboratoriale intrapreso, i ragazzi dell’AIPD, con un happening finale guidato dal mezzosoprano Lucia Cinà, hanno intonato le note di “Tu scendi dalle Stelle” seguito da uno scatenato Jingle Bells, attivamente partecipato da tutto il pubblico, divertito e commosso.