Lettera di minacce al sindaco | Le reazioni

Sabato, 27 Giugno 2015 08:15 Scritto da  Pubblicato in Campofelice
Vota questo articolo
(0 Voti)
Dopo che ieri il sindaco di Campofelice di Roccella Massimo Battaglia ha ricevuto una lettera intimidatoria non sono mancate le reazioni e gli atti di solidarietà da parte di cittadini e rappresentanti politici.

LE REAZIONI

Giulio Giardina, ex candidato sindaco: "A Campofelice certi miserabili e maledetti mafiosi di merda non hanno mai attecchito e non attecchiranno mai. Piena solidarietà a Massimo Battaglia"

Gianni Lanza, rappresentante #campofelicediventeràbellissima: "..in questi mesi ti ho avversato sul piano politico ed amministrativo, oggi, invece, caro Massimo ti sono accanto e ti do un fortissimo abbraccio per la violenza che hai subito.."

Comitato CieloBlu: "In questo momento cosi difficile non possiamo che essere solidali e vicini al nostro primo cittadino Massimo Battaglia, l'atto vile di cui è stato vittima ci fa tornare indietro negli anni , e ci fa ricordare che questo paese è stato sempre nelle mire di speculatori e miserabili a servizio di mafiosi ,il nostro pensiero va prima di ogni cosa alla sua famiglia, che in questo momento vive momenti davvero duri...la speranza e la vicinanza del nostro popolo non può non essere che accanto a Massimo e la sua famiglia..coraggio Massimo...Campofelice c'è la farà anche questa volta"

#campofelicediventerabellissima: "Il movimento ‪#‎campofelicediventerabellissima‬ esprime massima solidarietà al Sindaco Massimo Battaglia, vittima di un vile atto intimidatorio. Esortiamo tutto il Popolo di Campofelice a fare comunità e scudo, tutti insieme, a difesa dei valori della legalità che caratterizzano il DNA del nostro paese, e contro qualsivoglia atto di prevaricazione e di violenza. Campofelice prima di tutto, la lotta alla “mafiosità” essenza del vivere quotidiano"

Roberto Re, presidente circolo NCD: "Solidarietà al nostro Sindaco e alla sua famiglia. Un vile atto intimidatorio che va condannato. La politica non può e non deve essere condizionata da questi eventi."

Rosario Lapunzina, sindaco di Cefalù: "
Esprimo personalmente e a nome della città di Cefalù piena solidarietà al collega Sindaco di Campofelice di Roccella, Massimo Battaglia, oggetto di un gravissimo atto intimidatorio. È importante che le nostre comunità locali, le istituzioni sopra comunali e lo Stato non facciano sentire soli i Sindaci e tutti coloro che, facendo il loro dovere al servizio delle Istituzioni e dei cittadini, non piegano il capo di fronte a nessuna violenza o minaccia."

Rosa Maria Di Giorgi, senatrice PD: "Sono solidale e vicina a Massimo Battaglia - sindaco di Campofelice di Roccella, comune della provincia di Palermo - oggetto di una vile intimidazione mafiosa attraverso una lettera minatoria recapitata venerdì scorso in Municipio. Purtroppo quel comune non è nuovo a fatti del genere, ma il tessuto sociale mi risulta abbia sempre saputo reagire e scongiurare che attecchissero logiche di questo tipo. Ancora una volta episodi come questi dimostrano che i sindaci e i comuni sono il primo presidio della legalità, e quindi anche la prima interfaccia oggetto di “attenzioni” di singoli e di organizzazioni che hanno una concezione distorta delle regole e della convivenza civile".

Pietro Macaluso, sindaco di Petralia Soprana: "Ci dispiace non essere presente alla manifestazione di solidarietà di domani perché la nostra comunità festeggia i patroni San Pietro e Paolo e quindi la nostra presenza è d’obbligo. Siamo in ogni caso vicini a Massimo Battaglia".

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.