Furto di auto e attrezzature agricole. Autori in fuga, recuperata al refurtiva

Sabato, 30 Maggio 2015 09:04 Scritto da  Pubblicato in Petralia Sottana

I Carabinieri di Petralia Sottana, nella mattinata di oggi intorno alle ore 4.30, hanno intercettato sulla SP121, in Contrada Tudia, una Bmw di colore grigio scuro e un autocarro di colore blu, con alcuni soggetti a bordo. Insospettiti hanno intimato ai due mezzi l'alt ma i conducenti, anziché fermarsi, hanno iniziato una spericolata fuga che terminata dopo qualche chilometro. 

 

I fuggitivi, visto che erano inseguiti dagli uomini dell'arma, hanno abbandonato i mezzi e il loro “prezioso carico”, dileguandosi e facendo perdere le proprie tracce. Le ricerche attivate dalla Centrale Operativa, con l’ausilio di altri equipaggi intervenuti sul posto, non hanno dato esito sperato probabilmente sul posto era presente un terzo complice pronto ad attenderli.
I Carabinieri hanno comunque recuperato i mezzi ormai abbandonati ed il carico consistente in motozappe, diversi bidoni contenenti complessivamente 100 litri di gasolio, varie motoseghe e trapani di diverse marche e tipologia, martelli pneumatici, decespugliatori, saldatrici, demolitori, gruppi elettrogeni, materiale di rubinetteria di varie marche e misure, 100 metri di cavi di rame e pompe a motore a scoppio.
Inoltre sono state trovate tenaglie, vari tipi di attrezzi da scasso, numerosi guanti neri, fari e due ricetrasmittenti, utilizzati certamente dai malviventi per portare a compimento il reato. A seguito degli accertamenti tutto il materiale sopra elencato, compreso l’autocarro, è risultato essere stato rubato durante la notte a Valledolmo ai danni di un deposito di materiale edile.
Anche la BMW 525 è risultata rubata nella notte tra il 22 ed il 23 maggio a Licata (AG).
Gli attrezzi recuperati ed i mezzi, pari ad un valore commerciale di 80 mila euro circa, sono restituiti ai rispettivi proprietari invitati presso la Stazione Carabinieri.
Sono in corso ulteriori indagini per individuare gli autori del furto ed eventuali complici.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.