Perde pezzi la squadra amministrativa del sindaco Battaglia. Si dimette l'assessore Parisi

Lunedì, 11 Maggio 2015 10:13 Scritto da  Pubblicato in Campofelice
Vota questo articolo
(1 Vota)

Ha rimesso il suo mandato l'assessore alla cultura e allo spettacolo del comune di Campofelice di Roccella Paola Parisi. Lo fa con una lettera indirizzata al primo cittadino, al suo vice, ai colleghi assessori e al segretario comunale.

Le voci di rimpasto iniziate già a pochi mesi dalle ultime elezioni si sono fatte via via più insistenti fino alle ultime settimane in cui sembra che un accordo sia quasi pronto. Da qui la decisione di rimettere il proprio mandato di assessore in polemica con le decisioni del primo cittadino, dimissioni dall'“effetto immediato e irrevocabile”.

“Fin dai primi mesi è risultato palese che i “pruriti” di alcuni soggetti politici non erano ancora stati soddisfatti pertanto si è operato in una campagna denigratoria nei confronti della sottoscritta e di tutta la Giunta, facendo ricadere su di essa tutte le responsabilità più la mancanza di una programmatica ed efficace azione amministrativa” si legge nella lettera.

Per l'assessore Parisi è venuto meno il carattere fiduciario tra il sindaco e la sua Giunta. “Dopo due anni di amministrazione ritengo non esistano più le condizioni per poter esercitare tranquillamente ed in piena autonomia le funzioni a me demandate. Oggi siamo arrivati ad un punto di non ritorno. E' per non essere complice di INCIUCI, TRATTATIVE ED ACCORDI che non hanno niente a che fare con la politica che con sollievo le rassegno le mie dimissioni”.

Continua dura l'assessore contro il sindaco e contro gli ipotetici protagonisti di questo “scellerato accordo”, accusandoli di suicidio politico.

“Se lasciare libera la mia “poltrona” di Assessore può accontentare qualcuno e far ripartire la macchina amministrativa vi faccio l'ultimo regalo. In questo suo scellerato accordo politico le responsabilità non sono da addossare solo a lei ma a tutte le componenti che hanno appoggiato tale scelta, non capendo di aver commesso un vero e proprio suicidio politico che segnerà la sconfitta di ognuno di loro”.

L'assessore dimissionario chiude la lettera augurando a tutta la giunta, al sindaco e ai suoi ex colleghi, un sereno e proficuo lavoro.

 

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.