“La poesia dentro”: il gruppo “I Narratura” promuovono un evento culturale nella Casa Circondariale

Domenica, 12 Aprile 2015 00:43 Scritto da  Pubblicato in Termini Imerese
Vota questo articolo
(1 Vota)

“La poesia dentro”, è stato l'evento organizzato dal poeta Antonio Barracato di Cefalù con il suo gruppo culturale “I Narratura” e dalla poetessa Lo Bono Rosaria di Termini Imerese, svoltosi presso la casa circondariale di Termini Imerese.

Ritenendo rieducativo l'apporto di un incontro culturale nell'ambiente carcerario, l'idea dei due poeti è stata quella di coinvolgere i detenuti della Casa Circondariale non solo come spettatori ma anche in qualità di poeti, dando loro l'opportunità di declamare i loro componimenti poetici, esternando quelli che sono i sentimenti e gli stati d'animo di chi sta espiando la pena e tenta di riabilitarsi. L’idea è stata accolta con grande entusiasmo sia dalla Direzione dell'Istituto che dagli educatori, ma soprattutto dai detenuti che hanno aderito all'iniziativa, in tanti come spettatori, e dieci di loro come poeti. Rilevante è stato il lavoro svolto dall' Assistente Capo della Polizia Penitenziaria Francesco Foti, marito della poetessa Lo Bono, e della Capo Area degli educatori Giuseppa Abbruscato, che hanno creduto nel progetto.

Il recital è stato aperto dal discorso del Comandante della Polizia Penitenziaria  Campanale il quale ha manifestato il suo entusiasmo ringraziando il gruppo I Narratura e la poetessa Lo Bono per aver dato questa bellissima opportunità ai detenuti. A seguire una brevissima presentazione di Miriam Cerami presentatrice e direttore artistico del gruppo “I Narratura” e l'intervento della prof.ssa Santa Franco di Cefalù, molto attiva  nel sociale. Dopo questi interventi ha avuto inizio il recital, e alle poesie di Barracato e della Lo Bono si sono alternate quelle dei detenuti che con i loro versi hanno emozionato tutti i presenti.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.