Il Valore della Vita. ONGVI Campofelice incontra la cittadinanza

Giovedì, 12 Marzo 2015 09:25 Scritto da  Pubblicato in Campofelice
Vota questo articolo
(0 Voti)

Domenica 15 marzo alle ore 17 presso il Salone delle Suore di Campofelice di Roccella la ONGVI Protezione civile di Campofelice di Roccella organizza l'incontro "Il Valore della Vita" in collaborazione con A.S.P n°6 Palermo, Centrale Operativa 118, Istituto Comprensivo Scolastico "G.B.Cinà", Centro Nazionale Emergenza, Angeli per la Vita.

L'appuntamento per presentare i risultati del percorso formativo che da novembre dello scorso anno fino alla fine di febbraio 2015 ha visto impegnate 50 persone per il seminario di 40 ore "Il Valore della Vita". 

Il progetto è stato creato dalla Protezione Civile O.N.V.G.I. Campofelice di Roccella con l'alto patrocinio della Presidenza Dipartimento Regionale Protezione Civile, A.S.P n°6 Palermo, Centrale Operativa 118, Comune di Campofelice di Roccella, Istituto Comprensivo Scolastico "G.B.Cinà", Centro Nazionale Emergenza, Angeli per la Vita e Cesvop Palermo, e mette insieme tutte le discipline in materia di azioni salvavita. Durante
il periodo formativo professionisti dell'Emergenza-Urgenza si sono alternati in lezioni frontali su BLS-D, P-BLS, Immobilizzazione e Trasporto Politraumatizzato, Psicologia dell'Emergenza, Responsabilità Civili e Penali, Azioni e Manovre Salvavita, Sicurezza e Sistemi di Autoprotezione, Disostruzione vie aeree.
Il protocollo è stato supervisionato e patrocinato dal DRPC e rappresenta la prima esperienza in assoluto in Sicilia.
Oggi l'eperienza dei volontari viene presentata alla cittadinanza nella prospettiva di creare gruppi di lavoro permanenti con i genitori degli alunni dell'Istituto Comprensivo G.B.Cinà di Campofelice per apprendere le suddette tecniche.
"E' importante che la cittadinanza capisca il ruolo del volontariato e delle attività svolte dalla Protezione Civile che porta avanti un percorso di formazione continua - spiega Joe Venturella, Presidente dell'ONVGI di Campofelice di Roccella -. Oggi quella formazione viene messa a servizio della cittadinanza alla quale offriamo la possibilità di diventare protagonisti grazie alla creazione di gruppi di lavoro permanenti. Ho invitato i colleghi della CRI locale affinché si crei una piattaforma comune tra chi opera nel campo dell'assistenza socio - sanitaria per mettere a disposizione della cittadinanza le nostre conoscenze. Spingere ed invogliare la popolazione a divenire parte attività della comunità è un dovere da parte nostra. Ringrazio sin d'ora a chi ha sempre sostenuto il Terzo Settore finalizzato al volontariato di qualità. Un ringraziamento alla dott.ssa D'Esposito. L'appuntamento di domenica rappresenta uno dei momenti più importanti del lavoro svolto negli anni. Cultura della vita e formazione di qualità i giusti presupposti per continuare".

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.