Si intensificano i controlli della Guardia Costiera per la tutela del “novellame di sarda”. Altro sequestro di “neonata”. Denunciato un uomo

Domenica, 22 Febbraio 2015 02:54 Scritto da  Pubblicato in Termini Imerese
Vota questo articolo
(0 Voti)

Continuano incessanti i controlli mirati alla repressione degli illeciti in materia di pesca e di salvaguardia degli stock ittici sottoposti a tutela, specie del “novellame di sarda”, cosiddetta “neonata”, la cui cattura e commercializzazione è vietata in quanto ancora allo stadio giovanile.

E’  l’operazione  denominata “Phoenix”, coordinata dall’ufficio circondariale marittimo di Termini Imerese indirizzata al rispetto delle norme in materia di pesca del “novellame”. Dopo che nei giorni scorsi gli uomini della Capitaneria di porto di Termini Imerese avevano effettuato due sequestri di novellame di sarda per un totale di circa 50 chili, ieri il personale militare dell’ufficio circondariale marittimo ha denunciato all’Autorità Giudiziaria un uomo, di cui osservava da tempo gli spostamenti, sorpreso durante le operazioni di trasbordo di un carico di prodotto ittico illecito, a bordo della propria autovettura, non si è fermato all’alt imposto dai militari in servizio. Il contravventore, raggiunto dalla pattuglia della Guardia Costiera sul lungomare di Termini Imerese, ha aspettato che i militari scendessero dal veicolo per ingranare la marcia e tentare la fuga. Raggiunto ed identificato dagli uomini della Capitaneria di Porto, è stato denunciato alla Procura della Repubblica. Dovrà rispondere del reato di resistenza a pubblico ufficiale.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.