Distretto turistico. La vicenda si concluderà in tribunale? I dissidenti depositano atto citazione

Lunedì, 17 Novembre 2014 16:36 Scritto da  Pubblicato in Comprensorio
Vota questo articolo
(0 Voti)

Stamattina i "dissidenti" Franco Scancarello presidente del “Patto per Geraci”, Antonio Mangia presidente “AEROVIAGGI spa", Angela Macaluso amministratore unico della “FRANSICILE Tour Operator", Mario Castiglia vicepresidente “Consorzio Cefalù Holiday" e Luciano Luciani presidente “Forum Associazioni Cefalù” hanno presentato una citazione al tribunale civile di Termini Imerese contro il Consorzio Turistico Cefalù – Madonie – Himera, nella persona del suo Presidente, a comparire innanzi il Tribunale di Termini Imerese il prossimo 27 febbraio 2015 procedere all'annullamento della delibera del 17 ottobre scorso che ha eletto il nuovo Cda del Consorzio facendo riferimento alle difformità dello statuto e presunte irregolarità nella elezione del primo Cda.

A nulla è servito l'annuncio di dimissioni di sabato scorso da parte del presidente di SoSviMa Alessandro Ficile che aveva chiestodi tornare all'assemblea per rivedere le eventuali scelte sbagliate e se il caso scegliere un nuovo consiglio di amministrazione.

Adesso la parola passa ai tribunali. Il destino di un distretto turistico, che non ha mai spiccato il volo a causa delle zavorre dei dissidi interni e delle reciproche accuse, verrà deciso dunque da un giudice.
A darne notizia uno dei soci dissidenti, Franco Scancarello che hainviato l'atto di citazione a Bartolo Fazio, al presidente di SOSVIMA Alessandro Ficile e al prof. Vincenzo Fasone.

IN ALLEGATO ATTO DI CITAZIONE

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.