Aggrediscono anziano non vedente per rapina. Arrestati dai carabinieri

Martedì, 03 Giugno 2014 14:59 Scritto da  Pubblicato in Trabia
Vota questo articolo
(0 Voti)

Nel corso della notte di venerdì 30 maggio, i Carabinieri dei Trabia,hanno arrestato in flagranza del reato di rapina e lesioni personali dolose in concorso il 16enne B. G. e il 19enne pregiudicato Riccardo Touil, entrambi di Trabia.

I due giovani, alle 22.30 circa di giovedì 29 maggio 2014, sono entrati all’interno della casa dell’uomo, un pensionato, vedovo, e non vedente. L'uomo vive solo da anni dopo la morte della moglie. Uno dei due giovani conosceva la vittima perchè frequentava quasi quotidianamente quell’abitazione, trascorrendo del tempo con il proprietario.

I due hanno prima cercato di immobilizzarlo colpendolo poi con calci e pugni per farlo desistere e indicare loro il luogo dove custodiva l’oro e gli oggetti di valore. I due hanno portato via 2.000 euro in denaro contante e molti monili in oro.

I due si sono dati immediatamente alla fuga a piedi per le vie limitrofe, facendo perdere le proprie tracce.

Le indagini dei militari, intervenuti sul luogo della rapina, hanno permesso di ricostruire l’esatta dinamica dei fatti, e di identificare con assoluta certezza uno dei rapinatori, il minorenne, conosciuto bene dalla vittima, che sebbene non vedente, aveva individuato senza ombra di dubbio la voce del giovane, quando quest’ultimo si era accostato alla porta d’ingresso della sua abitazione e gli aveva chiesto se poteva accedervi per sorseggiare assieme un bicchiere di vino, come del resto facevano quasi ogni sera, come confermato dalla vittima. Le immediate ricerche nella zona hanno permesso di intercettarlo proprio nei pressi dell’abitazione, tra un capannello di persone che, avendo saputo della rapina, si erano avvicinati per curiosare.

Condotto in caserma, il giovane forniva elementi utili a risalire all’identificazione del complice che si era irreperibile. E' stato intercettato solo nella notte intorno 2.00. Anche la sua voce è stata riconosciuta senza ombra di dubbio dalla vittima e pertanto si procedeva anche all’arresto nei suoi confronti.

A seguito delle lesioni riportate nell’aggressione la vittima è stata trasportata presso il pronto soccorso dell’ospedale “S. Cimino” di Termini Imerese, dove i medici hanno diagnosticato un “trauma facciale da aggressione” e lo hanno giudicato guaribile in 7 giorni.

Espletate le formalità di rito Touil è stato accompagnato presso la Casa Circondariale “Cavallacci” di Termini Imerese mentre B.G. presso il Centro di Prima Accoglienza e Comunità per i Minorenni del “Malaspina” di Palermo, dove ancora si trovano dopo l’interrogatorio di garanzia.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.