Il sindaco Meli contro la Rai per la vicenda ripetitore

Sabato, 29 Marzo 2014 15:05 Scritto da  Pubblicato in Collesano
Vota questo articolo
(0 Voti)

Il sindaco di Collesano Giovambattista Meli ha scritto a Rai Way e all'Agenzia delle Entrate per protestare contro la decisione della Rai di dichiarare inidoneo il luogo identificato con il sopralluogo dei tecnici Rai nel 2007 per la costruzione di un ripetitore televisivo e per il quale è stata rilasciata già la concessione edilizia.
Nel territorio del comune madonita in vaste aree ci sono grosse difficoltà nella ricezione del segnale televisivo.

Il sindaco invia alla Rai anche copia di tutti gli atti amministrativi e la corrispondenza intercorso tra l'ente comunale e l'emittente televisiva che ha portato all'individuazione del luogo più adatto per la costruzione del ricevitore fino al rilascio della concessione edilizia per la costruzione della stessa oggi però messa in forse. L'area prescelta è stata infatti dichiarata non idonea da un ultimo sopralluogo tecnico " a causa di una ipotetica possibilità di caduta massi".
Nella lettera di Meli si legge "Sono arrivato alla determinazione che non ha più alcun senso sprecare energie nell'estremo tentativo di vincere una guerra contro questa burocrazia. Non ho più intenzione di dare ancora una volta giustificazioni alla mia comunità, accettando una sconfitta amara che priverà i miei concittadini di un diritto sacrosanto che dovrebbe essere garantito ad ogni italiano".
Infine annuncia l'imminente convocazione di un consiglio comunale sul tema non escludendo iniziative di mobilitazione presso la sede regionale e nazionale della società televisiva.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.