Incontro per il mantenimento della sede della Agenzie delle Entrate

Mercoledì, 12 Marzo 2014 07:37 Scritto da  Pubblicato in Cefalù
Vota questo articolo
(0 Voti)
Questa mattina, presso il Comune di Cefalù, su iniziativa del Sindaco, Rosario Lapunzina si è svolta una riunione operativa tra i Sindaci dei 10 comuni ( Cefalù, Castelbuono, Lascari, Campofelice, Gratteri, Collesano, Isnello, Scillato, Pollina, San Mauro Castelverde) del territorio cui fa riferimento l’ Agenzia delle Entrate di Cefalù. Oggetto dell’incontro la prosecuzione delle iniziative idonee a scongiurare la chiusura dell’Agenzia delle Entrate e la quantificazione degli oneri che dovranno essere affrontati dai Comuni.

Da diversi mesi, infatti, a seguito della decisione, assunta in ambito nazionale, di tagliare i costi a carico del Ministero della Economia e Delle Finanze, attraverso la soppressione di numerose sedi territoriali dell’Agenzia delle Entrate, sono state avviate trattative tra i comuni e la Direzione Regionale delle Entrate per scongiurare la soppressione della sede di Cefalù. In tale contesto lo scorso mese di novembre si è tenuto un incontro tra il Sindaco di Cefalù e il Dirigente Regionale dell’Agenzia delle Entrate.
Nell’incontro odierno il Sindaco di Cefalù ha comunicato ai colleghi l’intendimento dell’Amministrazione di mettere a disposizione parte dei locali dell’ex sezione staccata del Tribunale di Cefalù per ospitare l’Agenzia delle Entrate e ha illustrato il piano economico dei costi di adeguamento e di gestione del servizio che, ai sensi della normativa vigente, dovranno essere interamente sostenuti dai comuni del comprensorio di riferimento.
I rappresentanti dei Comuni interessati si sono riservati di far conoscere le proprie decisioni in merito e hanno convenuto di dare mandato al Sindaco di Cefalù di Chiedere un nuovo incontro al Dirigente Regionale per ottenere, nelle more, una proroga dei termini di chiusura della locale sede dell’Agenzia delle Entrate. Per Rosario Lapunzina “ancora una volta i costi di un servizio di fondamentale importanza per i cittadini vengono riversati sulle esangui casse dei comuni già gravati dai pesanti tagli ai trasferimenti nazionali e regionali.
Nonostante ciò – prosegue il Primo cittadino – il Comune di Cefalù è pronto a difendere l’interesse pubblico al mantenimento della locale sede dell’ Agenzia delle Entrate, mettendo a disposizione parte dei locali che hanno ospitato la sezione staccata del Tribunale e facendosi carico, nei limiti delle risorse economiche disponibili, insieme agli altri Comuni del Territorio, di quota parte delle spese di adeguamento e di gestione. In attesa che i singoli Comuni pongano in essere gli atti di competenza per far conoscere le proprie determinazioni chiederò al Dirigente Regionale, su mandato degli altri colleghi Sindaci, di prorogare i termini di chiusura della sede di Cefalù. Delle iniziative già poste in essere e delle ulteriori decisioni da adottare relazionerò al Consiglio Comunale alla prima seduta utile”.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.