Arriva una nuova stangata: da pagare la Tares

Giovedì, 29 Agosto 2013 01:57 Scritto da  Pubblicato in Caltavuturo
Vota questo articolo
(0 Voti)

Oltre  il peso fiscale imposto dal governo centrale con L’Imu, anzi quello Regionale (essendo la Sicilia è a statuto autonomo), il cittadino paga la tassa dell’addizionale regionale direttamente in busta (per i pochi fortunati che lavorano), poi la tassa addizionale regionale sui farmaci (anche chi ha il ticket per la patologia, cosa che non avviene in nessuna regione), intanto i nostri novanta deputati continuano lo sperpero fregandosene di chi di lavoro non ne ha, è chi c’è la non fa altro che il “trasporta valori”, cioè prende lo stipendio in banca e lo porta alla posta per pagare luce, gas, acqua, imu, tares, e chi c’è ne a ne metta.

 

Comunque andiamo alla brutta notizia: con determina dirigenziale n 600 del 13 agosto 2013 (pubblicata all’albo online del Comune di Caltavuturo) sono stati approvati i criteri di attuazione della nuova tassa sui rifiuti e sui servizi nella more della sua attuazione. Il Consiglio dei Ministri con legge n 35 del 6 aprile 2013 deroga ai comuni l’applicazione e il numero di rate per pagare la tassa. Il tributo sarà versato al Comune di Caltavuturo a titolo di acconto  per l’anno 2013 in numero di due rate corrispondente al 40% della tassa dovuta per l’anno 2012 di cui la prima rata scade il 30 settembre 2013 e la seconda il 30 Novembre 2013, in base alla tariffa per il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani per l’anno 2012 confermate con delibera di giunta n° 55. Il conguaglio della Tares calcolato in base di cui l’art 14 del D.l. 201/20111 ed emanato dai Comuni sarà effettuato con il pagamento della terza rata scadente il 31 dicembre 2013. Oltre alla maggiorazione che sarà deliberata (dallo 0,30 eur. Al 0.40 eur per metro quatro) a copertura dei costi relativi ai servizi. L’importo della tariffa Tares dovrà essere ancora stabilita  prima del bilancio comunale, il pagamento verrà effettuato tramite bollettini postali o modello F24  in banca o Ufficio Postale. Praticamente le tasse dei rifiuti e servizi comunali vengono associati ed influiranno molto nelle tasche dei cittadini , in un momento di crisi in cui attraversa il nostro territorio.

Salvatore Sciortino

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.