6° Sagra delle Verdure tradizionali e antiche delle Madonie

Giovedì, 11 Aprile 2013 14:37 Scritto da  Pubblicato in Isnello
Vota questo articolo
(0 Voti)
Sabato 13 aprile  Isnello ospiterà la "6° sagra delle Verdure selvatiche tradizionali ed antiche delle Madonie". Nel suo territorio che costituisce una fetta consistente  del Parco, abbondano le piante erbacee spontanee che in un passato , neanche troppo remoto, erano parte integrante della dieta della popolazione indigena. La locale Pro Loco, presieduta dal prof. Giuseppe Carollo, ha avuto l’idea di proporre un evento che nel corso degli anni ha progressivamente attratto un numero sempre maggiori di turisti e “degustatori”, permettendo agli stessi anche un approccio conoscitivo nei confronti di diverse specie vegetali.
L’appuntamento, anche quest’ anno organizzato con il patrocinio del Comune di Isnello a cui si è aggiunto il  patrocinio “gratuito” del Parco delle Madonie, si avvarrà della collaborazione dell’Istituto Alberghiero di Cefalù. La giornata di sabato sarà così articolata: alle ore 10,00 si svolgerà presso il Centro Sociale un incontro con gli alunni delle scuole di Isnello tenuto da Vincenzo  Lusignolo dal tema: “le verdure antiche nella tradizione popolare isnellese”. Alle ore 12,00 si avrà una degustazione curata dagli alunni dell’Istituto Alberghiero di Cefalù guidati dal prof. Mario Fiorino. Alle h. 16,45, preceduto dai saluti di rito del Sindaco Pino Mogavero, si svolgerà un incontro con la biologa nutrizionista Laura Napoli, vertente sugli effetti tradizionali delle verdure nell’alimentazione e subito dopo sarà  il turno di  Rosario  Schicchi, docente dell’Università degli Studi di Palermo che parlerà delle piante alimentari spontanee della Sicilia. Alle ore 18,30 infine si terrà un ulteriore degustazione di piatti a base di verdure, curata dai ragazzi dell’Istituto Alberghiero di Cefalù e dai ristoratori locali . La degustazione sarà possibile acquistando un ticket al modico prezzo di € 2,00. "Questo è un evento, commenta il Prof. Carollo, che annualmente impegna venti soci e che richiede un dispendio rilevante in termini di tempo ed energie, ma né andiamo fieri. Oltre a farci lavorare insieme e rinsaldare legami di amicizia e di collaborazione all’interno della nostra associazione, la realizzazione della sagra ci permette di contribuire a rilanciare prodotti tipici dei nostri territori e ridare slancio, seppur per un giorno , all’offerta turistica della nostra Isnello. L’evento richiede almeno 10 gg pieni di preparazione spesi per la raccolta materiale delle erbe e per la cura della fase organizzativa. I ringraziamenti chiaramente, oltre al Comune che supporta la nostra iniziativa, vanno poi soprattutto ai ragazzi dell’ Istituto Alberghiero che saranno impegnati per l’intera giornata e offriranno le loro competenze, unitamente ai ristoratori locali a cui abbiamo consegnato le verdure raccolte".

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.