Controlli dei carabinieri per una Pasqua sicura: sei persone denunciate per vari reati.

Mercoledì, 03 Aprile 2013 02:56 Scritto da  Pubblicato in Madonie
Vota questo articolo
(0 Voti)

In occasione delle festività pasquali il Comando Compagnia Carabinieri ha predisposto una serie di servizi coordinati, effettuati dai vari reparti. Sulle strade statali, provinciali e secondarie delle Madonie e della fascia costiera, gli uomini dell’Arma sono stati impegnati in un costante controllo della circolazione stradale, con numerosi posti di controllo, al fine di consentire un normale flusso veicolare in giorni di traffico intenso, in un territorio a forte vocazione turistica.

Presenza, quindi, sia a Cefalù, tradizionale meta di visitatori ma, anche lungo le arterie che portano nelle zone montane dell’entroterra, luoghi in cui in molti hanno scelto di trascorrere le giornate di Pasqua e pasquetta.  Questi i numeri: circa 60 pattuglie impiegate e 120 militari su strada, varie le contravvenzioni elevate, tra le principali violazioni contestate: guida senza cintura di sicurezza e mancata copertura assicurativa. Sei le persone denunciate per reati vari. Una per guida in stato d’ebbrezza, due per sottrazione di cose sottoposte a sequestro, in quanto colte alla guida di mezzi precedentemente oggetto di sequestro, una per violazione alle prescrizioni della sorveglianza speciale, essendo sottoposta alla misura di prevenzione, un’altra ancora poiché circolava con un coltello di genere vietato, ed infine, un soggetto è stato denunciato in quanto colto alla guida di un ciclomotore seppur non avesse mai conseguito il relativo certificato di idoneità. Nell’ambito della prevenzione e del contrasto agli stupefacenti, soprattutto fra i più giovani, inoltre, sono stati segnalati alle competenti Prefetture altre sei ragazzi, in qualità di assuntori di droghe. In totale sono stati sequestrati circa 10 gr. di hashish e 2 di cocaina.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.