Visita guidata a Lipari nell’ambito del Corso di Archeologia Preistorica organizzato da SiciliAntica

Giovedì, 21 Marzo 2013 09:40 Scritto da  Pubblicato in Termini Imerese
Vota questo articolo
(0 Voti)

Nell’ambito del Corso di Archeologia Preistorica organizzata da SiciliAntica si terrà il 23 e il 24 Marzo 2013 una visita guidata a Lipari. La partenza è prevista sabato 23 alle ore 10 da piazza S. Antonio a Termini Imerese. Dopo l’arrivo a Lipari si terrà nel Museo Archeologico una lezione su: “L’eneolitico in Sicilia e la preistoria delle Isole Eolie”, relatrice sarà Maria Clara Martinelli, del Museo Archeologico di Lipari “L. Bernabò Brea”.

L’Eneolitico indica il periodo finale del Neolitico nel quale compaiono, accanto agli strumenti di pietra, che rimangono in assoluta preponderanza, i primi oggetti di metallo. Con l'Età del rame si assiste ad una delle più grandi rivoluzioni sociali ed etniche del mondo antico. Il giorno successivo è prevista una visita guidata al Museo Archeologico “L. Bernabò Brea”, tra i più importanti d'Italia, soprattutto per quanto riguarda il Neolitico. In esso sono esposti reperti provenienti dagli scavi effettuati nelle Isole Eolie dal 1940 ad oggi, e che vanno dal periodo preistorico al periodo greco-romano. Degne di nota sono le famose ed oramai storiche ricostruzioni, con elementi originari, dei contesti di scavo. Le sale del museo, che si susseguono secondo un ordine cronologico, contengono le testimonianze delle civiltà antiche, risalenti fino al 4° millennio a.C. Fondato nel 1950 e situato all'interno del Castello sull'Acropoli, il Museo custodisce materiale archeologico eccezionale, testimonianza di millenni di storia. Particolarmente interessante è anche la sezione di archeologia marina, che raccoglie numerosi reperti dovuti all’enorme numero di naufragi, avvenuti nell'arcipelago dagli inizi del II millennio a.C. alla guerra franco-spagnola del 1675. Prevista inoltre una visita guidata all’area archeologica. Le testimonianze di questi insediamenti sono oggi in parte visibili sul pianoro sommitale della rocca. Gli scavi eseguiti da Bernabò Brea e da Madeleine Cavalier hanno messo in luce le tracce della città greca e romana e dei villaggi preistorici che l'hanno preceduta, rivelando una stratificazione che raggiunge in qualche punto i nove metri. Per informazioni Tel. 091.8112571 – 346.8241076.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.