Consiglio comunale vota su indennizzi ai commercianti e impianto "Angelo Incandela"

Giovedì, 14 Marzo 2013 14:18 Scritto da  Pubblicato in Campofelice
Vota questo articolo
(0 Voti)

Si è svolto ieri sera in un clima a tratti acceso il Consiglio comunale di Campofelice di Roccella.
Dopo i primi adempimenti burocratici e la votazione sulla modifica dell'ordine del giorno è subito iniziata la discussione sulla modifica della convenzione per l'affidamento in concessione dell'impianto polifunzionale “Angelo Incandela”. Il consigliere Lanza ha illustrato le novità del nuovo testo, stilato dopo che la precedente gara d'appalto era andata deserta. Il nuovo testo, secondo il consigliere, dovrebbe rendere più appetibile il sito alleggerendo l'impegno economico richiesto al concessionario, dai 200 mila del vecchio bando ai 120 mila previsti nel nuovo testo. Al suo intervento ha risposto il consigliere Giardina che in un primo momento ha richiesto il rinvio della discussione del punto all'odg al prossimo consiglio e invitando a riflettere come possa accadere che una struttura non a norma e senza agibilità possa rimanere aperta e proponendo la chiusura immediata della struttura.

Dello stesso parere il consigliere di opposizione La Plena che ha affermato come la situazione dell'impianto Angelo Incandela sia “lo specchio di questa amministrazione: il dissesto. Un impianto dove per anni chiunque si è permesso di fare ciò che voleva” e ha lamentato come sia stato “sperperato denaro pubblico” per la copertura del campo polivalente distrutta per ben due volte dal vento. Presentate diverse proposte di emendamento e segnalate alcune criticità del sito che ha portato alla discussione con qualche scintilla tra gli schieramenti, sulla chiusura parziale o totale dello stesso e sulle priorità di lavoro da fare all'interno dell'impianto. Dopo l'intervento di altri consiglieri e del sindaco Franco Vasta e una lunga sospensione per permettere al Gruppo consiliare Campofelice Libera di formalizzare gli emendamenti, si è giunti alla decisione di procedere alla votazione del nuovo testo di convenzione emendata, impegnandosi a fare un sopralluogo per verificare “l'agibilità igienico sanitaria” della struttura.

E' seguita la votazione di un atto di indirizzo per gli sgravi fiscali a piccole e piccolissime attività artigianali.

L'Assessore Cicero ha poi presentato la proposta di adesione al Distretto Turistico tematico Targa Florio, spiegando come Campofelice abbia tutti i titoli per partecipare al distretto così come stanno facendo gli altri comuni del comprensorio. Il consigliere Lanza ha elogiato “lo sforzo dell'assessore per associare Campofelice al brand Targa Florio” considerando un'importante opportunità la valorizzazione della storica corsa automobilistica che richiama turisti da tutto il mondo. Giardina ha invece spostato l'attenzione sulla situazione dell'Afem per la presenza dei camion della raccolta dell'immondizia e per la situazione di stallo dei territori degli ex opifici. Il sindaco è intervenuto sulla questione dicendo di avere più volte interloquito con la proprietà secondo la quale l'amministrazione ha disatteso il protocollo d'intesa votato dal consiglio comunale e che prevede la costituzione di un polo tematico della Targa Florio sul sito dell'ex Afem. Vasta è intervenuto anche per spiegare come abbia più volte sollecitato l'Arpa per provvedere alla bonifica del sito, Arpa che però non aveva inserito l'Afem nelle aree da bonificare. Adesso un progetto di bonifica è stato presentato. L'assessore Cicero ha infine spiegato come i camion verranno spostati all'interno dell'area dell'attuale “isola ecologica”.

Si è proseguito con l'approvazione del regolamento per la gestione e l'affidamento della Torre Roccella e della mostra permanente Museo biblioteca Vincenzo Florio.
Il presidente del consiglio Emanuele Sceusi ha invitato un paio di volte i consiglieri ad attenersi all'ordine del giorno nella discussione senza divagare su altri temi per quanto importanti.

Ha preso poi la parola il sindaco Vasta che ha presentato la proposta di regolamento per il riconoscimento di un contributo per il disagio economico subito dagli operatori commerciali ed artigianali a causa di cantieri per la realizzazione di opere pubbliche in riferimento ai lavori attualmente in corso in via Cesare Civello. Per il sindaco si tratta di un'opera importante che darà un nuovo volto al paese migliorandone la vivibilità. Il primo cittadino ha spiegato come l'opera contiene però delle “criticità” e i commercianti stanno riscontrando delle difficoltà per cui l'erogazione di un indennizzo rappresenta “un atto di giustizia ed equità” per chi dimostrerà di avere subito disagi. Il consigliere Lanza ha voluto sottolineare come sia stato “un bel momento in cui si evidenzia il concetto di comunità, perchè un segmento della comunità ha subito un disagio e tutta la comunità partecipa per dare ristoro a questo disagio”. La proposta del sindaco è stata deliberato all'unanimità con alcune modifiche.

In conclusione è stato votato il nuovo regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale che per il presidente rappresenta un modo per rendere più trasparente i lavori del consiglio stesso e delle commissioni con la regolamentazione delle riprese audio-video delle sedute e la possibilità di aprire a chi voglia dare il proprio contributo le commissioni consiliari.

Dario Barà

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.