Precari enti locali, al via mobilitazione sindaci, sindacati e lavoratori

Lunedì, 04 Febbraio 2013 10:55 Scritto da  Pubblicato in Geraci Siculo
Vota questo articolo
(0 Voti)

Dare certezze ai precari degli enti locali. Si è svolta nell’aula consiliare del Comune di Geraci Siculo, un partecipato incontro tra i 28 sindaci delle Madonie e del Termitano, le rappresentanze sindacali di Uil, Cgil e Alba (associazione lavoratori di base) e i precari. Un’assemblea pubblica per chiedere al Governo regionale e nazionale un piano di stabilizzazione dei lavoratori Asu, Lsu  o altro tipo di lavoratori impiegati negli enti locali.

L’iniziativa è stata convocata dal sindaco di Geraci Siculo, Bartolo Vienna che ha espresso la sua preoccupazione: “E’ inaccettabile dopo anni continuare con proroghe che vanno di mese in mese, l’ultima sino ad aprile del 2013, bisogna prevedere un piano di fuoriuscita, un impegno che deve prendere il Governo regionale e nazionale, ci preoccupa questo stallo e assuefazione anche perché i piccoli comuni, sopra i mille abitanti, da quest’anno dovranno sottostare ai limiti del patto di stabilità che non ci permetterà di stabilizzare nessun lavoratore”. Vienna ha anche voluto lanciare un appello: “Bisogna evitare speculazioni politiche e fare fronte comune, amministratori locali, organizzazioni sindacali, lavoratori, condividendo assieme un progetto che preveda la fuoriuscita, un piano propedeutico alla stabilizzazione”. Anche per il sindaco di Caltavuturo Calogero Lanza: “Da un lato le norme del patto di stabilità sempre più stringente dall’altro i lavoratori che prestano il loro servizio all'interno della macchina comunale senza avere nessuna certezza per il futuro, lavoratori che sono una realtà e dei quali non possiamo fare a meno e dei quali non vogliamo disperdere il patrimonio di esperienze acquisite, con il blocco del turnover i precari hanno sostituito il personale in quiescenza, se venisse meno la loro opera avremmo il crac dei servizi”. Dito puntato, anche, sulla disparità di trattamento tra i lavoratori degli enti locali e quelli impiegati nei Parchi regionali o in altri enti controllati dalla Regione.  Nei prossimi giorni i Sindaci chiederanno, anche attraverso l’Anci, un incontro al presidente della Regione Crocetta e la stessa cosa faranno i precari e le organizzazioni sindacali per creare una task force che si occupi del precariato. “Dalle Madonie – ha concluso il sindaco di Geraci Siculo Bartolo Vienna – deve uscire un modello che serva da esempio per tutti, da proporre al Governo Regionale e poi a quello Nazionale”.

Nella foto un momento dell’incontro.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.