I Carabinieri avevano da tempo fondati motivi di ritenere che un commerciante potesse coltivare piante di cannabis all’interno della sua casa.

Pubblicato in Area metropolitana