Bambina affetta da afachia chirurgica riavrà lenti a contatto non più commercializzate in Europa grazie all’intervento del presidente della Regione

0
369

Dopo il collaudo nell’ambulatorio di oculistica del Presidio territoriale di assistenza “Albanese” dell’Asp di Palermo, la piccola Serena potrà tornare a utilizzare le lenti a contatto prodotte negli Stati Uniti che, avendo perso il marchio CE, non venivano più commercializzate e vendute in Europa. Infatti, grazie all’interessamento diretto del presidente della Regione Siciliana, Renato Schifani, si è concluso l’iter per la fornitura di un dispositivo medico che consentirà alla bambina, affetta da afachia chirurgica a seguito di cataratta congenita bilaterale, di tornare ad avere una ottimale capacità visiva.

L’assessorato regionale della Salute ha tramesso ufficialmente nei giorni scorsi all’Azienda sanitaria del capoluogo il decreto del ministero della Salute di autorizzazione in deroga fino al 31 dicembre prossimo “all’immissione sul mercato e alla messa in servizio del dispositivo Bausch + Lomb Silsoft contact Lenses”, ovvero le lenti in silicone puro da destinare a Serena. La bambina ha già effettuato la visita per valutazione e verifica dei parametri e a breve riceverà le lenti a contatto, come lo stesso presidente Schifani ha comunicato stamane ricevendo, a Palazzo d’Orleans, i genitori di Serena, insieme alla piccola e al direttore sanitario dell’Asp, Franco Cerrito.

«Sono felice – sottolinea Schifani – che la vicenda abbia restituito serenità ai genitori di una bellissima bambina che ho conosciuto oggi e che ha il diritto di avere una vita normale come tanti altri suoi coetanei». Al termine dell’incontro, la piccola Serena, insieme ai genitori, ha visitato i Giardini del Parco d’Orleans.

Nella foto Presidente Schifani con la piccola Serena, i genitori e il direttore sanitario dell’Asp di Palermo Cerrito.