Israele. Truppe di terra e di cielo attaccano Striscia di Gaza: primi morti

0
264
Foto Ansa.it - EPA/MOHAMMED SABER

Quello che si sperava non accadesse è accaduto, le truppe israeliane di terra e di cielo stanno attaccando la Striscia di Gaza.

Nei giorni scorsi il cielo sopra Gaza si era tristemente illuminato dalle luci dei razzi che partivano in direzione Israele dopo gli scontri avvenuti nella spianata delle moschee dove la polizia aveva caricato alcuni palestinesi che si erano opposti lo scorso 16 febbraio ad uno sfratto di famiglie palestinesi in favore di altrettante famiglie israeliane. Adesso però le cose stanno degenerando e proprio pochi minuti fa, truppe israeliane – come riporta l’Ansa – ha confermato il portavoce militare Jonathan Conricus, sono entrate dal nord della Striscia. Conricus non ha tuttavia dato particolari sulla quantità di forze entrate nell’enclave palestinese. Le forze israeliane – hanno riferito i media – hanno ordinato che chiunque si trovi in territorio israeliano entro 4 km dalla frontiera “entri in un rifugio e vi resti fino a nuovo ordine”. Parole dure sono arrivate anche dal premier israeliano Benyamin Netanyahu in un messaggio pubblicato su Twitter dove così riporta: Ho detto che avremmo fatto pagare un prezzo molto alto da Hamas. Lo facciamo e continueremo a farlo con grande intensità. L’ultima parola non è stata detta e questa operazione proseguirà per tutto il tempo necessario”, tutto questo dopo l’entrata delle truppe israeliane a Gaza. Già nel pomeriggio erano stati richiamati i riservisti dell’esercito e quest’ultimo era già pronto per un eventuale attacco che è arrivato non molto tempo fa e purtroppo si contano le prime vittime innocenti.
Giovanni Azzara