Castelbuono, lettera aperta ai promotori del Manifesto per il Teatro “Le Fontanelle”

Venerdì, 30 Aprile 2021 02:17 Scritto da  Pubblicato in Dillo a Espero
Vota questo articolo
(0 Voti)
Scrivo questa lettera alla Vs attenzione, ma nel contempo la rendo pubblica per permettere a tutta la comunità di Castelbuono di essere informata sull'attività che  l'Amministrazione Comunale sta portando avanti affinchè si realizzi l'importante opera di recupero dell' ex Cine - Teatro Le Fontanelle.
Un'opera strategica che riqualificherà definitivamente una parte importante dell'area castellana e di P.zza Castello e nel contempo permetterà di realizzare  una struttura che consentirà alla comunità di Castelbuono di avere uno spazio culturale in cui si potranno svolgere diverse attività come rappresentazioni teatrali, musica, mostre, fiere, serate da ballo, Veglione, conferenze, dibattiti.
Una struttura allocata in un punto  strategico, dal punto di vista dell'accessibilità e fruibilità, considerato che la maggior parte delle attività culturali nel nostro Comune si svolgono lungo l'asse di Piazza Castello-Corso Umberto.
Dopo il dibattito avuto  in Consiglio Comunale di giorno 5 e 11 Marzo 2021, l'Amministrazione Comunale così come si era impegnata, il 24.03.2021 ha inviato la delibera che approvava l'ipotesi di modifica ai progettisti dello studio Associato A.I.G con i relativi quesiti
“Progettazione di un palcoscenico vero e fisso che preveda gli elementi minimi per ospitare compagnie che debbano rappresentare opere con presenza di scenografia. Il palco fatto con pannelli modulari senza alcuna progettazione di impianti scenici è inutile”;
“Allargamento della platea, attualmente poco più di un corridoio, a scapito del foyer, le cui dimensioni competono con la platea. L'ampliamento da realizzare solo a livello 0 della platea e non determina, complessivamente, alcuna variazione ne di planimetria ne di volumetria”;
“Spostamento del corpo scala che permette l'accesso alla galleria dalla platea ad altra zona, al fine di aumentare la larghezza della platea riducendo la disarmonia”;
“Sostituzione del tetto in rame, che sarebbe un fatto unico e poco comprensibile nell'area castellana, con un tetto in coppo siciliano più intonato ai materiali e alla consistenza dei tetti di quell'area”.
A queste quattro proposte lo studio di progettazione ha risposto con una nota del 07.04.2021 in cui venivano espresse le loro considerazioni, che l'Amministrazione Comunale ha messo a confronto con le considerazioni  fornite nella nota del 21.04.2021 da parte del responsabile dell'ufficio tecnico, l'Ing. Sottile.
Tutto ciò ha permesso di incontrare l'Assessore Falcone e il direttore Bellomo dell'Assessorato Regionale alle Infrastrutture, ente finanziatore dell'opera, con i quali si è discusso delle ipotesi delle quattro richieste fatte dal Consiglio Comunale e le procedure da seguire. Sia da parte dell'Assessore Falcone che da parte del Direttore Bellomo c'è stata la massima disponibilità ad accompagnarci in questo percorso.
Il 26 Aprile insieme al Responsabile dell'Ufficio Urbanistica Arch. Dolce,  siamo stati ricevuti dal Soprintendente ai Beni Culturali e da due architetti che hanno curato l'iter istruttorio del progetto dell'ex Cine-Teatro Le Fontanelle.
Dopo aver sottoposto le quattro proposte approvate dal Consiglio Comunale, da parte dei nostri interlocutori vi è stata la massima disponibilità a prenderle in considerazione allorquando saranno pronte le ipotesi progettuali sia per la nuova sistemazione e dimensione del palcoscenico che per lo spostamento della scala, dalla platea al foyer o in altro luogo che possa permettere l'accesso alla galleria. Per quanto riguarda l'allargamento della platea e in merito sostituzione del tetto con coppo siciliano, da parte della Soprintendenza sono state trovate una serie di argomentazioni che non permettono sia sul piano tecnico che paesaggistico di poter eseguire tali modifiche. Alla luce di questo incontro lo stesso giorno abbiamo incontrato l'Arch. Iano Monaco e abbiamo sottoposto le valutazioni del Soprintendente e dei due architetti che ci avevano ricevuto, trovando l'intesa verbale sulle modifiche da realizzare sia per la scala che per il palco.
Giorno 27.04.2021 prot. 8848,  abbiamo inviato una nota all'Arch. Iano Monaco in qualità di tecnico componente dello studio di progettazione A.I.G., chiedendo di far pervenire nel più breve tempo possibile il costo di progettazione della variante che include lo spostamento della scala, la rimodulazione e la sistemazione del palcoscenico sia come spazi che come tipologia, per permettere agli uffici di formulare una proposta d'incarico impegnando le dovute somme così da ottenere le modifiche al progetto e valutare l'opportunità di introdurre la variante prima dell'avvio della gara o subito dopo l'espletamento dello stesso.
Concittadini, ci scusiamo se non abbiamo potuto rispettare i quindici giorni che il Consiglio Comunale ci aveva assegnato, chiunque comprenderà che confrontarsi con altri Enti sovra comunali è abbastanza complicato per gli impegni che ogni Ente porta avanti giornalmente.
Auspichiamo, e solleciteremo affinchè queste ipotesi di variante ci venga consegnata nel più breve tempo possibile per dare l'opportunità agli uffici del Comune di fare le valutazioni sia tecniche che amministrative. Come Amministrazione ci riteniamo soddisfatti di questa disponibilità, sicuramente queste modifiche permetteranno insieme alle altre già accolte di avere una struttura più adeguata alle esigenze della nostra comunità.
Per tutto ciò ringraziamo sia il Comitato per “Le Fontanelle”, i Promotori del manifesto, gli operatori del settore teatrale e  culturali di Castelbuono e non, i Consiglieri comunali che hanno dato il loro fattivo contributo. Ci scusiamo se in certe occasioni siamo caduti nella polemica. Il nostro auspicio è di riuscire a realizzare questa importante e strategica opera pubblica che arricchisce le opportunità culturali della nostra Castelbuono.
Il Sindaco
Sig. Mario Cicero

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.