Autorità portuale di Civitavecchia aumenta le tariffe e Grandi Navi Veloci cancella la linea per Termini Imerese

Martedì, 20 Ottobre 2020 14:16 Scritto da  Pubblicato in Termini Imerese
Vota questo articolo
(0 Voti)

Francesco Maria Di Majo, Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno centro-settentrionale ha aumentato con decreto le tariffe del porto di Civitavecchia.

A seguito di questa comunicazione la Grandi Navi Veloci ha cancellato le linee per Termini Imerese e Tunisi.
Questa la comunicazione dell’agente marittimo locale di Grandi Navi Veloci, Marco Palomba Revello a seguito della decisione dell’Autorità portuale. “La linea Civitavecchia – Sicilia è stata soppressa. Prego i signori nostromi di cancellare tutti gli approdi. Non possiamo fare le variazioni al PMIS perché ho tutto il personale in cassa integrazione. In questo tristissimo momento non possiamo dimenticare di ringraziare l’Autorità Portuale che, con il suo atteggiamento, ha cacciato il cliente dal nostro porto (gli operatori e le aziende che sono qui da oltre 130 anni), mentre un politicante venuto da Roma ha prodotto danni irreparabili. Ogni altro commento è superfluo”.
I portuali sono sul piede di guerra. Questa mattina è stata programma una conferenza stampa da parte di Compagnia portuale e Filt Cgil,  “sulla necessità di discontinuità gestionale dell’AdSP del Mar Tirreno Centro settentrionale – spiegano – e su alcuni e gravi provvedimenti adottati dallo stesso Ente che di fatto hanno condannato il Porto di Civitavecchia”.
Termini Imerese vede così sopprimere un collegamento importante per la propria attività portuale che già da tempo non vive di grandi fortune.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.