Coronavirus, continuano a crescere i contagi in Sicilia, mentre centinaia di auto stanotte hanno attraversato lo Stretto: ma dove sono i controlli?

Lunedì, 23 Marzo 2020 14:57 Scritto da  Pubblicato in Sicilia
Vota questo articolo
(1 Vota)

Continuano a crescere i contagi in Sicilia da Coronavirus (+ 91 rispetto a ieri), mentre centinaia di auto stanotte hanno attraversato tranquillamente lo Stretto di Messina senza nessun controllo.

Ma se il decreto del Governo prevedeva l’obbligo per i tutti i cittadini di rimanere nei luoghi dove si trovavano, questi da dove venivano? E come mai nessuno li ha fermati e controllati? Dopo quel folle esodo dell’8 marzo, che ha causato l’impennata dei casi dei Coronavirus in Sicilia è una nuova invasione che non ci possiamo permettere. Arriva in questo senso forte la lagnanza del Presidente della Regione Nello Musumeci che durante la notte ha inviato una vibrata protesta ai ministri competenti affermando: “Noi siciliani non siamo carne da macello”.
Una più dura protesta è arrivata invece dal Sindaco di Messina Cateno De Luca: “Questa mattina ho visto video e foto del flusso incontrollato di macchine che stanotte hanno attraversato lo Stretto dalla Calabria per raggiungere la Sicilia. Mi sono reso conto  che qua c’è qualcuno che gioca con la nostra vita e la nostra pazienza. Bene, la mia è finita. Sto preparando una diffida contro il Governo nazionale, il Prefetto di Messina, di Reggio Calabria e dei Questori: voglio capire che cosa è successo stanotte. Voglio la prova e il riscontro dei controlli fatti e li voglio entro stasera. Io oggi sarò lì, a costo di bloccare la nave. Stasera, a costo di farmi arrestare per l’ennesima volta, non permetterò altri vergognosi esodi. Inoltre, farò un’ordinanza per bloccare il transito selvaggio delle persone sullo Stretto, in ottemperanza al decreto emanato ieri dai ministri Speranza e Lamorgese. Chi dovrà passare lo deve comunicare almeno 2 ore prima, per permettere i controlli e decidere se può transitare o stare fuori dalla Sicilia”. 
Questo è comunque il quadro riepilogativo della situazione sui contagi nell'Isola, aggiornato alle ore 12 di oggi (lunedì 22 marzo), in merito all'emergenza Coronavirus, così come comunicato dalla Regione Siciliana all'Unità di crisi nazionale.
Dall'inizio dei controlli, i tamponi validati dai laboratori regionali di riferimento sono 6.375. Di questi sono risultati positivi 721 (91 + di ieri), mentre, attualmente, sono ancora contagiate 681 persone (+85 rispetto a ieri).
Sono ricoverati 310 pazienti (39 a Palermo, 117 a Catania, 72 a Messina, 0 ad Agrigento, 15 a Caltanissetta, 22 a Enna, 7 a Ragusa, 24 a Siracusa e 14 a Trapani) di cui 60 in terapia intensiva, mentre 371 sono in isolamento domiciliare, 27 guariti (11 a Palermo, 6 a Catania, 5 a Messina, 2 ad Agrigento ed Enna, 1 a Ragusa) e 13 deceduti (1 a Caltanissetta, Agrigento e Siracusa, 6 a Catania e 4 Enna). 

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.