Lavoratori forestali in attesa della riforma: faccia a faccia con gli Assessori regionali Bandiera e Cordaro

Giovedì, 14 Novembre 2019 02:02 Scritto da  Pubblicato in Sicilia
Vota questo articolo
(1 Vota)

Si attendono tanto i lavoratori forestali siciliani dall'incontro che si terrà giorno 21Novembra  a Palermo presso l'auditorium dell'Assessorato Regionale del Territorio e Ambiente.

Un incontro con, un faccia a faccia con gli Assessori Bandiera e Cordaro, che dovranno dare risposte certe ai sindacati di categoria, ai sindaci del territorio siciliano e ai tanti forestali che sperano definitivamente di chiudere la partita della stabilizzazione e/o riforma del comparto.
Risposte dettate da una cocente delusione da parte bracciantile che chiama a raccolta il governo regionale da tanti anni ma, ancora non ha trovato nessuna risposta. Riforma tanto sbandierata e ancora orfana come dice Antonio David operaio forestale e blogger di ForestaliNews - "Possiamo dire che da questo incontro deve uscire qualcosa di concreto. Dovremmo avere  una risposta, speriamo definitiva, a ciò che il governo vuole fare e se, vuole intraprendere una soluzione stabile per il settore dei lavoratori. Una riforma dettata da una gestione unilaterale per il bene comune quindi, univoca per l'obiettivo di aumentare giornate ai lavoratori e impiegarli ove ci sia richiesta di supporto,bisogni,emergenza o quant'altro".
I sindacati si stanno mobilitando da tutta la Sicilia e ciò la dice lunga sulla questione di merito e sul fatto che è "Giunta l'ora" come dice lo slogan della Cgil-Cisl-Uil di questi giorni. La presenza dei sindaci siciliani sta a significare che i primi cittadini sono in avanscoperta sul fattore del fabbisogno forestale e territoriale. Utilità e speranza per tante famiglie, stanchi di sopperire ancora a tante ingiustizie e negligenza dei vari governi che si sono susseguiti. Chiaramente i sindacati mettono le mani avanti e se, non avranno risposte chiare e numeriche sul da farsi, prenderanno in considerazione il fatto di scendere in piazza.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.