Termini Imerese, cinema, teatro e musica alle “Notti Clandestine”

Sabato, 03 Agosto 2019 16:32 Scritto da  Pubblicato in Termini Imerese
Vota questo articolo
(0 Voti)

Cinema, teatro e musica di nuovo insieme per la nona edizione di “Notti Clandestine. In direzione ostinata e contraria”, in programma dal 19 al 24 agosto nel suggestivo scenario di Piano Barlaci, a partire dalle ore 20,30.

La manifestazione, promossa dalle associazioni Politeia e TeleTermini, si avvale della collaborazione di Radio Panorama e dei patrocini del comune di Termini Imerese, della Federazione Italiana Teatro Amatori (FITA), di Piano Focale – Piccola scuola di cinema underground. La Fondazione Fabrizio De Andrè Onlus patrocina il concerto omaggio a De Andrè.
La formula ideata quest’anno prevede tre momenti ben scanditi in ogni serata: il primo dedicato ai libri, il secondo dedicato al cinema e curato dal direttore artistico Rocco Mortelliti, il terzo dedicato alla buona musica. I libri, simbolo indiscusso della buona cultura, saranno i protagonisti di ogni serata: in apertura verranno presentati sei libri di altrettanti autori cittadini.
Notti Clandestine si è arricchito negli anni per offrire un prodotto di livello culturale sempre più alto, tanto che quest’anno vanta la direzione artistica di Rocco Mortelliti, attore, sceneggiatore e regista teatrale e cinematografico. Il suo film “La Scomparsa di Patò”, tratto dal libro di Andrea Camilleri, scomparso lo scorso 17 luglio, è una brillante sintesi tra opera letteraria ed opera cinematografica. Alla memoria di Camilleri sarà dedicato, ogni sera, un omaggio.
Nello spazio denominato “Non solo cinema”, il Maestro Mortelliti chiacchiererà con scrittori, attori, registi e personalità di spicco del cinema italiano. Tra questi Massimo Benenato (figlio di Franco Franchi e noto scrittore), Gaetano Savatteri (giornalista del Tg5 e scrittore di origini siciliane), Giucas Casella (noto mentalista di origine termitana), Antonio Piazza (regista del film Sicilian Ghost Story, vincitore del David di Donatello per sceneggiatura non originale), Guia Jelo (popolare attrice catanese). E non mancheranno sorprese e novità.
L’edizione 2019 di Notti Clandestine omaggia il cinema, per il secondo anno consecutivo, ma anche la buona musica. Il sottotitolo “In direzione ostinata e contraria” vuole, da un lato, essere un fermo impegno nel divulgare cultura e tradizioni nonostante le difficoltà di oggi nel loro diffondersi, e, dall’altro, celebrare la memoria del grande cantautore genovese Fabrizio De Andrè, di cui ricorre il ventesimo anniversario dalla morte. Il sottotitolo richiama, infatti, il titolo della prima antologia ufficiale dedicata a De Andrè, uscita postuma nel novembre 2005, e che ne rispecchia perfettamente la personalità. A De André sarà, inoltre, dedicata l’ultima sera di Notti Clandestine con un concerto patrocinato dalla “Fondazione Fabrizio De Andrè Onlus” e a cura dell’ensamble Sidun, il gruppo di 14 elementi che riprodurrà l’ultimo eseguito dal cantautore genovese che cantò gli esclusi. Un concerto che vuole anche essere un omaggio al pubblico di Piano Barlaci.
Non è un caso che, per l’edizione 2019, sia stata scelta la “Luna” come simbolo di luce nel buio della notte così come la buona cultura rappresenta la luce nell’oscurità della pseudo-cultura che invade la quotidianità troppo spesso virtuale e spettacolarizzata.
A partire dalle 23.15, poi, ogni sera ci sarà la  buona musica con importanti gruppi siciliani: si parte con il blues dei Voodo Brothers con Umberto Porcaro and Rollin’ Fred; si prosegue con la musica folk e country e con la canzone d’autore italiana di Marcello Mandreucci e Rosario Vella; per continuare con il jazz del giovane trombettista siciliano Gaetano Castiglia, reduce del noto programma televisivo “Italia's Got Talent 2019”; e con lo spettacolo “Guarda che luna” del musicista Carlo Rinaldo, in onore del 50° anniversario della conquista della luna. Chiude il quotidiano appuntamento musicale serale, il concerto dell’ensamble Sidun dedicato al grande De André.
In programma anche la performance teatrale del Gruppo Teatro Libero di Trabia, che presenterà la “ ’A Mandracula” e le musiche dei “barbieri siciliani”, dove, intorno agli anni ‘50, si andava  non solo per tagliare i capelli o radere la barba, ma anche per trascorrere del tempo ascoltando il suono del mandolino, della chitarra, della fisarmonica o del tamburello e cantando musiche della tradizione siciliana.
Non mancheranno i premi, ne verranno consegnati oltre una cinquantina durante le sei “serate clandestine”. In più, per chi vorrà godere di un “aperitivo clandestino”, dalle ore 19,00 alle ore 20,00 sarà possibile gustarlo nei locali aderenti (e presenti sia nella parte alta che bassa della città) insieme alla presentazione del programma della serata.
Anche quest’anno, fondamentale per la riuscita di un programma di alto livello è stata la fiducia degli sponsor, che hanno creduto nello spirito dell’iniziativa divenendo partner fondamentali per la riuscita della manifestazione. Main sponsor sono Enel e Rekogest, ma non è mancato il sostegno di commerciati e realtà locali che da sempre sostengono l’iniziativa. La manifestazione gode anche del patrocinio di: Lions Club Termini Imerese Host e Lions Club Termini Himera Cerere, Rotary Club Termini Imerese e AIPD (Associazione Italiana Persone Down) di Termini Imerese.
È possibile seguire la manifestazione anche attraverso il sito web www.notticlandestine.it, che sarà attivo da giovedì 8 agosto in contemporanea alla conferenza stampa di presentazione della manifestazione e su Facebook alla pagina dedicata “Notti Clandestine”.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.