Banda accusata di rapina e sequestro di persona a Patti. Interrogati nel carcere dei Cavallacci i due termitani si avvalgono della facoltà di non rispondere

Domenica, 15 Gennaio 2017 16:09 Scritto da  Pubblicato in Termini Imerese
Vota questo articolo
(1 Vota)

Si sono svolti ieri mattina nel carcere dei Cavallacci di Termini Imerese gli interrogatori di garanzia alla presenza del giudice per le indagini preliminari (Gip) del tribunale di Patti Andrea La Spada e del Sostituto Procuratore Giorgia Orlando.

I quattro presunti responsabili, Gianluca Terrana, 30 anni di Termini Imerese, ritenuto capo del sodalizio criminale, Antonino La Bua 28 anni di Termini Imerese, entrambi rappresentati dal legale Fabio Trombetta, i romeni Georgian Iulian Hatos, 22 anni difeso dall’avvocato Calogero Grillo e Robert Costantin Aioani, 21 anni assistito dal legale Giuseppe Avarello, si sono tutti avvalsi della facoltà di non rispondere. I legali degli imputati valuteranno se presentare ricorso al Tribunale del Riesame. Gli altri due termitani accusati di rapina e sequestro di persona, Giuseppe Augetto e  Francesco Lamia, si trovano agli arresti domiciliari.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.