Frate Domenico Spatola è finalista al XXVIII concorso Nazionale Letterario d’Arte e cultura per la raccolta di versi “In libertà d’amore”

Sabato, 26 Novembre 2016 02:09 Scritto da  Pubblicato in Area metropolitana
Vota questo articolo
(0 Voti)

Fra’ Domenico Spatola è  finalista al XXVIII concorso Nazionale Letterario d’Arte e cultura “Giuseppe Gioacchino Belli “ per la categoria: Poesia in Lingua Italiana.

La cerimonia di consegna dei premi si svolgerà il prossimo 16 dicembre alle ore 17 presso la Sala Protomoteca del Campidoglio a Roma. Il frate cappuccino della Parrocchia “Santa Maria della Pace” di Palermo, dove è stato Parroco per 14 anni, è molto conosciuto in città per le sue molteplici attività. Ha insegnato  infatti per molti anni al Conservatorio “V. Bellini” Armonia, Analisi Musicale, Organo complementare e Canto  gregoriano, ma soprattutto è instancabile nell’impegno in favore dei più poveri ai quali, da sempre, dedica la sua missione sacerdotale. E’ responsabile della Missione San Francesco presso i locali del Convento dei Cappuccini, da lui voluta, che garantisce un pasto giornaliero e altri servizi ai sempre più numerosi  bisognosi .  Il riconoscimento viene assegnato a Fra’ Domenico Spatola (nella foto) per la raccolta di versi “In libertà d’amore” che lo fa conoscere al grande pubblico anche come poeta dall’animo attento e sensibile, che loda la vita e la bellezza e vive l’utopia del Vangelo avendone egli stesso fatto esperienza nel dono e nell’impegno della propria vita per gli altri: “ Volli emigrare, lontano tra stelle, e/ guardare da quelle la terra vitale : la vidi/sbocciare qual rosa a dolore…e compresi/l’amore”.

Assunta Lupo

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.