A Blufi appuntamento con SOFIIA3

Giovedì, 04 Dicembre 2014 08:45 Scritto da  Pubblicato in Blufi
Vota questo articolo
(0 Voti)

Sabato 6 dicembre 2014 alle ore 11.00, presso la sala consiliare del Comune di Blufi, l’Istituto Italiano Fernando Santi, che opera con grande dedizione e attenzione nei territori delle basse ed alte Madonie, terrà una prima riunione illustrativa ed organizzativa del progetto Sofiia3, finanziato lo scorso ottobre dal MIPAAF, con le autorità locali e i referenti istituzionali.

L’obiettivo generale del progetto è promuovere percorsi di mobilità e di crescita professionale dei cittadini dei Paesi Terzi, occupati o che siano stati occupati in agricoltura a tempo determinato e/o stagionale, attraverso azioni formative e informative volte a sostenere forme di imprenditorialità autonome nel settore agricolo. Per realizzare ciò si intende, infatti, valorizzare i terreni incolti o requisiti alla criminalità e promuovere consorzi tra coltivatori diretti, attivare cooperative agricole ed accordi con le grandi aziende siciliane che operano sul territorio, alle quali occorrono beni primari per la lavorazione artigianale o industriale.
Inoltre, si vuole promuovere nei Comuni siciliani, con le quali è stato già avviato un primo dialogo o in quelle ove Sindaci hanno dato adesione, sia in fase di progettazione che successivamente alla presentazione del progetto SOFIIA3 al MIPAAF, punti di informazione e pubblicizzazione al fine di far conoscere la presente iniziativa a un gran numero di immigrati, destinatari delle attività progettuali previste.
All’iniziativa prenderanno parte anche le rappresentanze delle comunità straniere ospitate dalle strutture di accoglienza presenti nel territorio.
All’incontro saranno presenti Luciano Luciani, Presidente Istituto Italiano Fernando Santi e Stefano Maranto, psicologo e progettista dell’Istituto Italiano Fernando Santi, che tratterà l’articolazione del progetto Sofiia3 nel territorio delle basse e alte Madonie.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.