Il Parco delle Madonie festeggia le “nozze d’argento” con il territorio

Lunedì, 17 Novembre 2014 13:10 Scritto da  Pubblicato in Madonie
Vota questo articolo
(0 Voti)

“Da 25 Anni conServiamo le Madonie” è questo lo slogan che l’Ente Parco ha scelto per celebrare il 25^ anniversario dalla sua istituzione. L’importante ricorrenza verrà festeggiata il prossimo venerdì (14 Novembre) alle 16.00 presso la sede istituzionale di Palazzo Pucci Martinez a Petralia Sottana.

 

Ne è passata di acqua sotto i ponti da quel 9 novembre 1989, quando la Regione Siciliana decise di istituire il Parco a protezione di quegli splendidi scenari naturali che vanno dalla Mufara alle Gole del Tiberio, dai 2mila metri del Carbonara al mare di Cefalu'.
Venticinque anni, durante i quali è profondamente cambiata la percezione che il territorio avevano del Parco. Non solo i cittadini hanno compreso l’importanza del lavoro svolto dal Parco e il particolare appeal del Brand “Parco delle Madonie” ha conquistato nel tempo, ma anche e soprattutto le istituzioni ed in prima linea i comuni, molti dei quali allora votarono contro l'ingresso nel Parco e ne rimasero fuori.
Oggi, quegli stessi comuni si sono ricreduti, ed hanno fatto richiesta per entrare in questa grande famiglia, considerando il Parco uno dei pochi strumenti di sviluppo e rilancio del territorio, in un periodo in cui una economia regionale asfittica sta tagliando fuori le piccole comunità montane.
Quanta natura, quante bellezze in quarantamila ettari di emozionanti scenari, un patrimonio più unico che rare, come gli ultimi 30 Abies nebrodensis di Vallone Madonna degli Angeli, gli agrifogli giganti di Piano Pomo o le aquile reali di Piano Farina, per fare pochi ma significativi esempi.
“Certo – afferma il presidente Angelo Pizzuto - non sono state tutte rose e fiori, molti errori sono stati commessi, altri potevano essere evitati, ma certamente se oggi le Madonie proteggono un tesoro di natura, cultura e paesaggio lo devono ad un ente che ne ha salvaguardato la sua conservazione e, quasi certamente, la sua sopravvivenza già in un epoca in cui certi valori, oggi condivisi, erano vissuti con malcelato fastidio. C'è ancora molto da fare – continua Pizzuto – a partire dal rilancio degli impianti di risalita di Piano Battaglia, l'apertura del Centro Europeo Astronomico delle Madonie sulla Mufara, la realizzazione di una grande rete che attraverso il Parco possa portare turisti e visitatori a conoscere questa terra straordinaria.”
“E' per questo – conclude Pizzuto - che non abbiamo bisogno di particolari eventi per celebrare il 25^ anniversario, noi appassionati il Parco lo festeggiamo ogni giorno con il nostro lavoro, la nostra passione, l'amore per le nostre montagne. Ma le nostre origini vogliamo ricordarle, e lo faremo come è nostro stile, in punta di piedi, proiettando presso la nostra sede di Palazzo Pucci Martinez a Patralia Sottana il video della firma del decreto istitutivo del parco, uno straordinario documento storico, una testimonianza che vorremmo condividere con tutti voi il prossimo venerdì 14 novembre, alle ore 16.”
Ripartire dalle origini per rilanciare, per migliorare, per intervenire in maniera ancora più incisiva nel nostro territorio e nella nostra storia.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.