Sequestrano tonno illegale. Aggrediti militari Guardia Costiera

Sabato, 24 Maggio 2014 13:40 Scritto da  Pubblicato in Termini Imerese
Vota questo articolo
(0 Voti)
Si è conclusa con una aggressione ieri sera intorno le 23 un'operazione, presso il porto della cittadina imerese, di sequestro di tonno rosso pescato illegalmente, da parte della Guardia Costiera di Termini Imerese.
I militari della Guardia Costiera hanno dovuto chiedere l'intervento dei colleghi dell'arma dei Carabinieri. I marittimi avevano appena proceduto al controllo di un peschereccio fermo a luci spente poco fuori dal porto. I tonni pescati, non si trovavano sul peschereccio. I pescatori avevano infatti provveduto a lasciarli poco fuori dall'area portuale legati a due galleggianti. I due esemplari di tonno per un peso complessivo di 350 chili. Dopo averli recuperati al rientro alla banchina i militari della Guardia Costiera hanno trovato una brutta sorpresa: ad attenderli 15 uomini, probabilmente rigattiere che avrebbero dovuto rivendere il tonno, che li hanno aggrediti prima verbalmente e poi fisicamente. L'aggressione si è conclusa con l'arrivo dei Carabinieri che hanno evitato il peggio. Gli aggressori si sono dati alla fuga all'arrivo dei militari che però hanno fermato quattro persone: il 39enne Calogero Bevilacqua, il 31enne Gianmarco Bevilacqua, il 47enne B.G e il 49enne B.S.
I quattro sono stati arrestati per resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale aggravato in concorso, oltre che per lesioni personali dolose.
I fermati sono stati processati stamattina per direttissima e sottoposti all'obbligo di presentarsi alla polizia giudiziaria in attesa di giudizio.
Due dei marittimi hanno riportato alcune lesioni con una prognosi di sette e due giorni.
Solo ieri erano stati sequestrati in provincia 3000 chili di tonno rosso pescato illegalmente, una pratica diffusa nella zona.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.