Arrestato pusher e ladra sorpresa a rubare con la figlia di 4 anni

Domenica, 04 Maggio 2014 16:08 Scritto da  Pubblicato in Area metropolitana
Vota questo articolo
(0 Voti)

In due distinte operazioni i Carabinieri del Comando Provinciale di Palermo hanno arrestato un pusher sorpreso a spacciare dosi di marijuana, ed una giovane ladra sorpresa a rubare in compagnia della propria figlia minore di quattro anni in un’abitazione privata.

 

Il primo intervento è avvenuto nel week-end, in piena notte a Palermo, nel cortile Hecce Homo, quando i Carabinieri, nell’ambito di un servizio antidroga eseguito nel quartiere Ballarò, hanno arrestato Francis Kwasi, 36enne nato a Tamale (Ghana) e domiciliato a Palermo, presso la missione “Speranza e Carità”.

Il presunto pusher, dopo essere stato notato cedere droga a compiacenti acquirenti, veniva bloccato e trovato in possesso di otto dosi di marijuana e di 765 euro, in banconote di piccolo taglio, ritenute provento illecito dell’attività di spaccio al dettaglio.

Durante le fasi dell'arresto il giovane ha cercato di divincolarsi tentando un fuga, ma è stato subito bloccato e ammanettato.

Sempre a Palermo, le pattuglie dei Carabinieri del Nucleo Radiomobile, in piena notte, hanno arrestato in flagranza Sabrina Rodosavljevic, 23 enne nata a Mola di Bari edomiciliata in Palermo presso il campo nomadi di via Messina Marine, e della propria figlia minorenne di soli quattro anni.

Madre e figlia, venivano sorprese in via Francesco Ferrara mentre tentavano di forzare la porta d’ingresso di un’abitazione privata, venendo immediatamente bloccate dai militari.

La giovane donna mentre era a bordo dell’autovettura di servizio, tentava di disfarsi di un grosso giravite. La minorenne aveva con sè un giravite nascosto nei pantaloni e altro materiale utilizzato per forzare le serrature, tra cui un paio di forbici, un mazzo di chiavi per porte blindate e delle carte plastificate.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.