ESPERO IN EDICOLA. La Memoria e il rispetto/2

0
240

Un palo alto una decina di metri sorge da dietro il busto in bronzo dell’insigne Salvatore Cipolla, nella piazza principale del paese, diventato un tutt’uno con il cippo commemorativo. Ma non poteva essere pensata un’altra soluzione per reggere i fili luminosi?

Arriva Natale e anche la piazza di Campofelice di Roccella viene addobbata a festa. Il tradizionale albero di Natale e tante luci abbelliscono la principale piazza cittadina. Una gran festa di luci e di colori. Ma c’è una nota stonata. Un palo alto una decina di metri sorge da dietro il busto dell’insigne compaesano Salvatore Cipolla ed è a lui aggrappato, legato, diventato quasi un tutt’uno con il cippo commemorativo. Ma non poteva essere pensata un’altra soluzione per poter reggere i fili luminosi che dal centro della piazza si diramano tutt’intorno?

L’ARTICOLO INTEGRALE SU ESPERO IN EDICOLA