Strade Provinciali: ennesima denuncia del Comitato Ripristino S.p.

Venerdì, 21 Giugno 2013 22:30 Scritto da  Pubblicato in Comprensorio
Vota questo articolo
(0 Voti)
In attesa che l’operazione “cancellazione delle province” annunciata dal Governo Crocetta diventi effettiva con la conseguente creazione di consorzi tra comuni a cui affidare i compiti e le prerogative delle prime, le strade provinciali madonite continuano a versare in uno stato di profondo degrado.
In alcuni articoli precedenti abbiamo dato spazio sul nostro giornale alle numerose iniziative sul tema portate avanti dai Consigli Comunali di alcuni centri del comprensorio madonita, della petizione con le 3.532 firme raccolte consegnate a Palazzo Comitini dal  Comitato Ripristino S.p., dell’ interrogazione formulata dal consigliere provinciale Marotta; ma nonostante tutto ciò a distanza di quasi un anno la situazione continua a rimanere immutata. In attesa che con le giornate estive arrivino sparuti turisti a visitare i nostri paesi madoniti per poi raccontare ai loro connazionali in che deprimente stato giacciono le arterie di comunicazione in Sicilia, da parte dell’amministrazione provinciale si ostenta il silenzio più assoluto sul tema. Di contro non rimane silente il Comitato Ripristino S.p. che tramite la voce del suo portavoce, Marcello Catanzaro ha emesso l’ennesimo comunicato a cui diamo spazio sul nostro giornale: l’attività di denuncia del pessimo stato in cui versano le nostre SP, iniziata meno di un anno fa ad opera di alcuni giovani di Isnello e formalizzatasi poi nella costituzione di un Comitato, continua ancora adesso. Dopo avere raccolto, rilegato e depositato in Provincia le sottoscrizioni di oltre 3.500 cittadini delle Madonie, la denuncia del Comitato, grazie alla collaborazione di alcuni Consiglieri, è stata ribadita anche nelle sedute del Consiglio Provinciale.
A tal proposito, siamo lieti di constatare che la nostra petizione qualche effetto lo ha prodotto. Merita di essere segnalata, infatti, tra le ultime attività del Consiglio Provinciale, quella svolta nella seduta del 28 maggio 2013. In quella assemblea, trattando proprio della petizione sottoscritta dai cittadini madoniti, è stato approvato, all'unanimità, un Ordine del Giorno del PD con il quale è stato raccomandato all’Ente l’utilizzo di 200 mila euro di risorse (residui 2007), da subito impiegabili nella manutenzione ordinaria delle strade, finalità per la quale nel bilancio 2012 (e nel provvisorio 2013) non è stato previsto un solo euro. Una piccola risposta ad un grande disagio!! Un apprezzamento particolare deve essere rivolto al Consigliere Gaetano Lapunzina il quale, più volte, si è fatto portavoce in Consiglio della nostra petizione e, nonostante la fine del mandato, ci ha garantito la sua continua attenzione perché si raggiunga l’obiettivo di qualche intervento sulle strade più dissestate delle Madonie.
Come è noto, lo scorso mese di Marzo, l’ARS ha soppresso le Province Regionali e perciò le competenze che ad esse la legge attribuiva, tra le quali appunto la manutenzione delle strade provinciali, verranno assegnate ad altro Ente. Le Province saranno sostituite da Liberi Consorzi di Comuni. La riforma, ad oggi, non è stata ancora definita ma il legislatore ha inteso, comunque, completarla entro il 31 dicembre 2013.
Intanto, dal 15 giugno 2013 il mandato politico delle amministrazioni provinciali è giunto al termine e, nelle more della riforma, le Province verranno gestite da un Commissario! In attesa di capire “Chi” dovrà gestire la manutenzione delle strade provinciali, l’Impegno del Comitato continua. Vogliamo il ripristino delle nostre strade provinciali e pretendiamo che ciascuno di noi le possa percorrere in sicurezza".

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.