Nell’ambito della manifestazione “Un’Estate con SiciliAntica”, in collaborazione con il Comune di Roccapalumba, si terrà martedì 11 agosto 2015 alle ore 17,00 presso l’Aula Consiliare Rocco Chinnici (Via Avellone 30/A - Roccapalumba), la conversazione sul tema “Geologia della Rocca: rocce, minerali e fossili del territorio di Roccapalumba” condotta dai geologi Giuseppe Avellone e Claudio Scaletta.

Pubblicato in Area metropolitana

Nell’ambito della manifestazione “Un’Estate con SiciliAntica” si terrà Domenica 19 luglio 2015 alle ore 8,30 a Cefalù, organizzata da SiciliAntica e dal C.A.I. – Sezione di Cefalù, la visita guidata alla Grotta grande. L’appuntamento è a Piazza Garibaldi.

Pubblicato in Cefalù

Lo spazio di San Calogero sulla Rocca di Cefalù, da due anni riscoperto e recuperato, diventa per una settimana il palcoscenico naturale di un evento che mette insieme arte, musica e cultura. Dal 22 al 27 giugno ospiterà il “Cavea’s friends festival” con un cartellone di concerti, spettacoli, saggi di danza e un convegno sugli aspetti storici, naturalistici e architettonici di un’area della celebre Rocca fino a qualche anno fa abbandonata e in buona parte sconosciuta.

Pubblicato in Cefalù

Nell’ambito della manifestazione “Un’Estate con SiciliAntica” si terrà mercoledì 30 luglio 2014 con inizio alle oe 20,30 a Cefalù la visita guidata alla Rocca. Lungo il sentiero da percorrere il visitatore, con le ultime luci del giorno, avrà la possibilità di vedere le tre cave di pietra “San Calogero”, un tempo fonte economica del paese insieme alle altre presenti alla Rocca;  le fornaci, da quelle più antiche, composte da una semplice buca cilindrica praticata sul terreno in prossimità di scarpate a quelle più recenti, con rivestimento in pietra dura e bocche ogivali di alimentazione, ed infine i ruderi della chiesa di S. Calogero.

Pubblicato in Cefalù

L'Associazione Turistica Pro Loco Cefalù, in collaborazione con il gruppo AGESCI Cefalù 1 e SiciliAntica  promuove per sabato 21 giugno 2014 un pomeriggio alla riscoperta delle antiche calcare e della chiesa di San Calogero, site alla base della Rocca.

Pubblicato in Cefalù

Sgomberati con l'ordinanza n° 29 di ieri i fabbricati e le abitazioni che si trovano al di sotto della parete Nord- Est della Rocca di Cefalù nel tratto compreso tra la Via Candeloro e la via Giudecca. A deciderlo il sindaco Rosario Lapunzina a seguito del sopralluogo dei vigili del fuoco che hanno accertato la pericolosità ed il precario stato di equilibrio di un masso sulla parete della Rocca.
Per tutte le persone sgomberate è stato disposto un servizio di ospitalità, per coloro che non potessero essere ospitati da familiari, presso il Collegio di Maria di Piazza Marina.

Pubblicato in Cefalù
L’arena naturale è stata restituita alla pubblica fruizione, dopo essere stata per decenni una discarica a cielo aperto. Luogo polivalente da vivere, apprezzare e conservare è stato inaugurato recentemente con una manifestazione culturale-musicale voluta dal gruppo locale Vanni 36
Pubblicato in Cefalù

 

"La Rocca e il Tempio al Solstizio d'estate, Cefalù 21 Giugno 2013" è un evento organizzato da quattro associazioni cittadine SiciliAntica, CAI, Archeoclub, ProLoco e con il coordinamento del prof. Antonio Franco, cultore di storia greca della Sicilia Antica presso l'Università di Palermo e docente di latino e greco al Liceo Classico Mandralisca di Cefalù.

Pubblicato in Cefalù
Giovedì, 20 Giugno 2013 08:33

La Rocca e il Tempio al Solstizio d'estate

"La Rocca e il Tempio al Solstizio d'estate, Cefalù 21 Giugno 2013" è un evento organizzato da quattro associazioni cittadine, ArcheoClub, CAI, ProLoco e SiciliAntica, con il coordinamento del Prof. Antonio Franco, cultore di storia greca della Sicilia Antica presso l'Università di Palermo e docente di latino e greco al Liceo Classico Mandralisca di Cefalù, per far conoscere le più aggiornate ipotesi interpretative sull'Edificio Megalitico della Rocca di Cefalù, grazie al contributo di due giovani studiosi di formazione e caratteristiche molto differenti: Valentina Portera, docente di lettere classiche, e Davide Gori, geologo e archeo-astronomo.
Pubblicato in Cefalù