Con una lettera che sembrerebbe simile per impostazione e grafia dell'indirizzo vergato a mano sulla busta a quella già spedita al sindaco Giovanni Meli, spedita anch'essa da Palermo, nuove minacce giungono a Collesano.
Pubblicato in Collesano