Ha cambiato l'utenza elettrica ad una famiglia di Caccamo a sua insaputa, per guadagnare la provvigione.

Pubblicato in Caccamo

Durante alcuni servizi perlustrativi predisposti dalla Compagnia di Monreale finalizzati alla repressione e soprattutto alla prevenzione dei reati contro il patrimonio sono stati fermati quattro soggetti per il reato di furto aggravato.

I Carabinieri hanno tratto in arresto F.M., 28enne, insieme alla complice R.N., 26enne, entrambi palermitani, perché sorpresi a rubare materiale vario dal “Centro di Ricerca Elettronica in Sicilia”, immobile di proprietà della Regione Siciliana e situato in via Regione Siciliana a Monreale.

 
I due giovani, dopo avere spaccato una vetrata, si sono introdotti all’interno del C.R.E.S. per rubare dei cavi in rame e delle giunture in ottone.
 
Tratti in arresto, dopo le formalità di rito, i due sono stati condotti presso le rispettive abitazioni agli arresti domiciliari in attesa della citazione diretta a giudizio per il quale F. M. è sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria, mentre R. N. è stata rimessa in libertà.
Pubblicato in Area metropolitana