Incendi contro attività artigianali, industriali e agricole sui quali indagano i carabinieri di Termini e la polizia del commissariato di Cefalù. Nel primo caso il fuoco divampa in un capannone di un’azienda a Geraci Siculo il 3 ottobre dell’anno scorso, mentre l’ultimo episodio ha colpito il deposito di carburanti di Salvatore Vassallo a Sciara il 9 aprile. Un unico disegno mafioso o una recrudescenza del fenomeno estorsivo?

Pubblicato in Comprensorio