Termini Imerese, alla Tisia D’imera si celebra la Giornata della Terra per capire il senso della salvaguardia del Creato

0
475

“Se farai la tua parte, la Terra sarà un’opera d’arte”.

Con queste parole, potremmo riassumere il senso della mattinata trascorsa tra gli alunni e gli insegnanto della Tisia D’Imera a Termini Imerese. Ormai lo sappiamo, la nostra Terra, la nostra Casa Comune, da diverso tempo sta vivendo dei momenti brutti, se da un lato pioggia e neve distruggono tutto, dall’altro la desertificazione avanza inesorabilmente.

Trasmettere ai giovani il rispetto e la cura del Creato è sicuramente il vero investimento per il futuro, ce lo ha ricordato Papa Francesco lo scorso anno (2023) nel suo messaggio per la Giornata Mondiale di Preghiera per la Cura del Creato: “Dobbiamo trasformare le politiche pubbliche che governano le nostre società e modellano la vita dei giovani di oggi e di domani”. Sulla stessa linea anche il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella raccogliendo l’invito di: “tanti giovani che ricordano a tutti e chiedono a tutti e soprattutto alle istituzioni, di agire per difendere il clima e l’ambiente sulla terra”.

Partire dai giovani del nostro Territorio

Nel Comprensorio in questi giorni sono state diverse le attività in tal senso. La scuola media “Tisia D’Imera” di Termini è sicuramente un ottimo esempio. Il progetto “Ambiente”, curato dall professoresse Maria Luisa Marfisi e Maria Luisa Giammartino, pienamente sposato e supervisionato dalla Dirigente Scolastica, professoressa Nina Raineri, ha incentrato il suo focus proprio sugli obiettivi di difesa e cura del Creato.

La settimana scorsa, gli alunni delle classi prime, hanno visitato il laboratorio della prestigiosa azienda “Mieli di Sicilia” del pluripremiato apicoltore termitano Paolo Di Miceli. Una visita, che ha permesso ai giovanissimi di potersi approcciare al fantastico mondo delle api, un mondo delicato, fragile ma estremamente importante per l’intero pianeta. Questa mattina, a conclusione della “Giornata della Terra”, all’interno dell’aula magna “Cosimo Cristina”, sono stati presentati i lavori finali del progetto.

Giovani speranza della Terra

Cartelloni, poesie, presentazioni power point, hanno fatto da palcoscenico ai ragazzi che hanno presentato le loro opere realizzate con tanta attenzione e cura dei dettagli. Emozionante il momento musicale offerto dai piccoli della “Rosina Salvo” e degli alunni delle classi terze i quali, questi ultimi, guidati dalla professoressa Alessandra Campisi hanno eseguito il celebre brano “Fratello Sole, sorella Luna” di Riz Ortolani ed ispirato al “Cantico delle Creature” di San Francesco.

Ospiti dell’evento, tre docenti distaccati provenienti dal Ministero di Tenerife in visita presso il nostro Istituto, per conoscere le best practices sulla sostenibilità ambientale, nell’ambito di un progetto Erasmus+. La Dirigente scolastica Nina Raineri, ha voluto fortemente condividere l’esperienza in ambito europeo, con la convinzione che questa iniziativa di job shadowing, insieme alla formazione che molti docenti stanno portando avanti sulle priorità europee, possa permettere di osservare e riflettere dalle esperienze fatte, discutendo tra colleghi europei e traendo beneficio dall’esperienza sul campo.

Sono iniziative che fanno ben sperare per il futuro del nostro Pianeta, un lavoro di ben coordinato tra dirigente scolastica, insegnanti e alunni che insieme gettano basi per un avvenire migliore, volto alla Pace, al rispetto del prossimo e della nostra casa comune: la Terra.

Giovanni Azzara