Prevenzione incendi: il Comune di Cefalù si organizza

0
323

“La preoccupazione legata agli eventi incendiari avvenuti lo scorso anno crea uno stato di costante attenzione. Considerato che si attende con fiducia di ottenere dalla Regione maggiori garanzie di mezzi, uomini e strumenti, per fronteggiare le emergenze e migliorare l’apparato di prevenzione e intervento, come Amministrazione comunale ci siamo attivati con una serie di attività che sono in corso di attuazione, in considerazione anche che la stagione dell’antincendio è stata anticipata al 15 maggio. In tal senso, il Comune emetterà apposita ordinanza per allinearsi al provvedimento regionale. Raccomandiamo intanto l’invito a pulire i terreni e a realizzare le fasce parafuoco e sottolineiamo l’importanza di evitare di bruciare senza le dovute accortezze e in giornate ventose”.

Ad affermarlo è il sindaco di Cefalù, Daniele Tumminello, in riferimento alle attività poste in essere per la prevenzione degli incendi e che prevedono le seguenti misure.

In merito alla bonifica dei terreni e delle aree boschive di pertinenza, l’Amministrazione provvede annualmente con ditte di fiducia all’esecuzione delle opere di pulizia dei bordi delle pertinenze viarie comunali. L’Amministrazione Comunale ha programmato l’assunzione di 4 operai a tempo determinato stagionali che saranno impiegati in attività di prevenzione e manutenzione con mansioni anche di pulizia e decespugliamento.

In merito alla pulizia dei terreni e delle aree private, ai sensi del vigente Regolamento Comunale sulle modalità d’impiego dei fuochi controllati in agricoltura e per la prevenzione incendi, approvato con Delibera di C.C. n. 24 del 29/04/2015, prima dell’avvio della stagione antincendio e con un congruo margine d’anticipo, sono stati affissi degli avvisi in tutte le contrade del territorio comunale, per invitare i proprietari dei fondi a provvedere alla pulizia dei fondi con la realizzazione di una fascia parafuoco non inferiore a dieci metri.

È stata sottoscritta apposita convenzione con l’E.S.A. per l’assegnazione di n. 5 unità di personale che saranno impegnate per l’esecuzione di interventi manutentivi nei parchi archeologici e in altre aree del territorio.

Entro il mese di aprile sarà avviata anche la procedura per l’affidamento della pulizia di scarpate stradali a mezzo decespugliamento delle zone urbane e quelle di espansione e è stato rivolto formale invito alla Città Metropolitana di Palermo di attivarsi per il decespugliamento e la pulizia delle Strade Provinciali di competenza (SP 54 bis di Gibilmanna e SP 136 di Campella)

È stato dato incarico professionale a tecnico di fiducia dell’Amministrazione per la progettazione esecutiva e direzione dei lavori riguardante l’ampliamento della rete antincendio nel territorio comunale, con la collocazione di nuove bocchette di prelievo. Inoltre si sta portando avanti un progetto per la collocazione di serbatoi interrati, in modo da assicurare una riserva idrica anche in alcuni punti strategici non serviti dalla rete di distribuzione

In merito alla programmazione del controllo del territorio, come di consuetudine, prima dell’avvio della stagione antincendio, viene sottoscritta apposita convenzione con la locale associazione di volontariato di Protezione Civile che comprende le attività di prevenzione e pattugliamento del territorio.

Rimane ferma la volontà di continuare a collaborare attivamente con tutte le Forze dell’Ordine per il coordinamento di attività di pattugliamento in giornate di particolare allerta e si intende promuovere il senso civico e l’impegno di tutti quei cittadini che si prestano a comunicare tempestivamente alle istituzioni eventuali emergenze in atto.

L’Amministrazione comunale ha inoltre richiesto agli Enti competenti la riattivazione della torretta di avvistamento sita in Contrada Caprioli e di pertinenza del Corpo della Forestale, assai importante per il monitoraggio di un’ampia porzione del territorio;

Si sta infine lavorando ad un progetto di video sorveglianza esteso su area urbana ed extra urbana, finalizzato a istituire dei punti di controllo in assi e snodi viari di rilievo.