Forestali, Assessore Scilla: non ci sono soldi per stabilizzare e avvocati speculano sulla situazione promuovendo ricorsi temerari

Domenica, 23 Gennaio 2022 00:26 Scritto da  Pubblicato in Sicilia
Vota questo articolo
(0 Voti)

Riprende vigore la vertenza dei lavoratori Forestali in Sicilia.

La comunità europea ha comunicato che la Regione Siciliana rimane responsabile della precarietà dei lavoratori forestali e deve stabilizzare i lavoratori delle tre fasce di occupazionali.
Ma le affermazioni dell’Assessore regionale dell'agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea Antonino Scilla (nella foto) a tal proposito sono molto chiare: "Se la riforma verrà approvata, la Regione supererà la procedura di infrazione avviata da Bruxelles sull’eccessivo ricorso a contratti a termine fra i forestali. E su questo chiedo un’assunzione di responsabilità al Parlamento. Ma non posso non notare che ci sono avvocati che stanno speculando su questa situazione promuovendo ricorsi che i miei uffici mi dicono essere temerari. E pure i sindacati protestano per ottenere qualcosa che è impensabile senza avere le risorse".
Parole che non lasciano margine a dubbi e tutto ciò che si viene espresso in articoli, dibattiti, convegni e sit-in sono soltanto perdite di tempo che alimentano vane speranza a migliaia di famiglie e lavoratori. Stabilizzare per il governo regionale significa solo 120 e 180 giornate da svolgere in un anno non in modo continuo ma a singhiozzo, dunque con la corda al collo ancor più stretta di quella di prima.
Antonio David

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.