Rincari benzina, il nuovo video di Giampiero Amato fa riflettere... ma col sorriso

Domenica, 24 Ottobre 2021 17:48 Scritto da  Pubblicato in Sicilia
Vota questo articolo
(1 Vota)
Quest'anno sotto l'albero di Natale non ci saranno soltanto regali ma anche bollette salate, già, perchè come è noto nel quarto trimestre (ottobre-dicembre) la bolletta dell'elettricità aumenterà del 29,8%, quell del gas del 14,4% e la benzina?
In queste ultime settimane a casusa della risalita del prezzo del petrolio (si parla di 86 dollari al barile), anche benzina e diesel hanno subito un sostanziale rialzo tanto che il gasolio ha toccato anche 1,619 euro al litro, insomma forse avere un mezzo meccanico non conviene più. A "protestare" questa volta è il giovane cantautore e polistrumentista Giampiero Amato, amante della cultura siciliana e di tutti i suoi usi e costumi. "Sono una persona che fa un lavoro il quale mi porta ad essere spesso a bordo della mia macchina per spostami - dichiara Amato ad Esperonews - annualmente macino tanti chilometri e di conseguenza devo mettere tanto gasolio altrimenti non posso muovermi. Questo aumento sproporzionato del carburante reca un problema a chi, come me, deve spostarsi per lavorare e onestamente adesso sta diventando una spesa eccessiva, penso agli autisti, i camionisti, i corrieri ecc. La mia protesta, assolutamente pacifica anzi ironica e leggera, vuole essere da monito a chi in questo momento sta protestando per altre cose, probabilmente in maniera sbagliata a tratti anche stupida. Si può protestare in maniera intelligente, la benzina aumenta? Camminiamo con il carretto, non necessita tanta manutenzione, il mio amato cavallo è sempre sottoposto alle visite veterinarie e soprattutto è assolutamente green". Potrebbe essere una soluzione? Chissà, intanto il video la dice probabilmente lunga sul futuro dei mezzi di trasporto, forse, si stava meglio quando si stava peggio.
Giovanni Azzara

IL VIDEO



Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.