A Sciara fiorisce la coltivazione del Melograno, i produttori: "dalla passione alla produzione"

Mercoledì, 18 Novembre 2020 17:42 Scritto da  Pubblicato in Sciara
Vota questo articolo
(0 Voti)
I melograni coltivati a Sciara (Photo by: Esperonews) I melograni coltivati a Sciara (Photo by: Esperonews)
Che Sciara fosse un territorio fortemente legato all'agricoltura è confermato dal 1600 ai giorni nostri, perchè proprio quello dell'agricoltura è da sempre stato il settore trainante di questo piccolo ma fiorente centro situato tra la Valle del Torto e il Monte San Calogero.
Da sempre il paese ha visto la produzione di ortaggi come ad esempio i cavolfiori ma anche alberi da mandorla, alberi d'olivo e soprattutto il re dell'agricoltura sciarese: il carciofo, che ogni anno ricopre il 95% dei terreni coltivati in paese. Da alcuni anni però due imprenditori locali hanno convertito i loro campi in una produzione che sembrava quasi lontana ma che di fatto grazie al clima e alla terra stessa è stata scoperta la vocazione per la produzione del Melograno. A dare il via a questa coltivazione, sono state l'azienda agricola Valle del Torto della famiglia Andolina e l'azienda Agricola Muscarella, dell'omonima famiglia, i quali possiedono un paio di ettari coltivati a Melograni e proprio in questo periodo autunnale stanno procedendo alla raccolta e per quanti hanno avuto la fortuna di assistervi, avranno sicuramente notato la bellezza di questi frutti. Si, perchè questi piccoli alberi, che necessitano di cure e attenzioni tutto l'anno anche in questo periodo segnato dalla pandemia, donano poi dei frutti che sembrano dei veri capolavori pari ad opere d'arte di tempi remoti, che non esistono più, ma che sempre incantano e regalano gioie agli occhi e al palato. Ci sono diversi tipi di melograno, tuttavia la tipologia coltivata a Sciara è la "Wonderful" la quale presenta una dimensione del frutto che va da 0,40 Kg a oltre 1 Kg, presenta un colore rosso intenso così come è il rosso rubino intenso degli arilli e la durezza dei semi ma dal dolce sapore con una sfumatura aspra più o meno marcata e inoltre la sua disponibilità va da metà ottobre a metà marzo. I melograni raccolti vengono poi portati alla Pomel, azienda nata nel 2011 a Marsala, dopo anni di studio ed approfondimento sulle tecniche di coltivazione e sulle potenzialità commerciali del melagrano. Una volta raccolti i melograni, Pomèl ne cura presso i propri stabilimenti la selezione, lo stoccaggio, il confezionamento e la commercializzazione in funzione dei diversi canali distributivi e delle specifiche esigenze del cliente finale. Dal punto di vista delle sue proprietà il melograno rappresenta un vero e proprio elisir di lunga vita, questo perchè è privo di grassi, è ad alto contenuto di fibre, assente di sodio, ricco in potassio, povero di calorie ed è fonte di vitamina B6 che contribuisce alla riduzione della stanchezza, alla normale formazione dei globuli rossi e al normale funzionamento del sistema nervoso (solo l’avocado e la castagna ne hanno un contenuto maggiore) ma questo frutto riserva ancora tante altre qualità e benefici per la salute dell'uomo che possono essere approfonditi con un medico esperto. Siffatta storia dunque rappresenta l'ennesimo esempio di resilienza, dedizione, passione per il territorio e per la terra che rappresenta il punto di partenza dell'uomo grazie alla quale quest'ultimo ha tratto sempre giovamento e grazia proprio come scrisse Giovanni Pascoli: "E come l’amo il mio cantuccio d’orto, col suo radicchio che convien ch’io tagli via via; che appena morto, ecco è risorto".
Giovanni Azzara

Photo by: Esperonews.it

 

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.